Blancpain | Lamborghini Squadra Corse e Orange1, presentata la stagione 2019

Due Lamborghini Huracán GT3 EVO per sei piloti

Lamborghini Squadra Corse e Orange1 Team GRT - Grasser Racing Team rinnovano la partnership e puntano a conquistare il Blancpain.
Blancpain | Lamborghini Squadra Corse e Orange1, presentata la stagione 2019

DA MONZA – È stata presentata Venerdì 12 Aprile presso l’hospitality di Orange1 la stagione 2019 di Lamborghini Squadra Corse nel Blancpain, con un doppio impegno sia sotto l’aspetto delle vetture che delle serie. Alla guida delle due Huracán GT3 EVO ci saranno Mirko Bortolotti, Christian Engelhart e Rolf Ineichen per la Pro Cup, sulla seconda vettura invece Lucas Mauron, Gerhard Tweraser ed Arno Santamato per la Silver Cup. 

Obiettivo: tornare sul gradino più alto del podio

Alla presentazione non potevano mancare i principali protagonisti: da Giorgio Sanna (Head of Lamborghini Motorsport), passando per Armando Donazzan (Presidente Orange1) e naturalmente Gottfried Grasser (Team Principal GRT). Il quale ha subito preso parola: «Sono contento di ripartire qui, da Monza, dove abbiamo già trionfato nel 2015 e nel 2017 con Lamborghini. Quest’anno avremo a disposizione le versioni EVO delle Huracán, che offrono un maggiore carico aerodinamico e dunque richiedono un’ulteriore preparazione. Ma non siamo spaventati da questa sfida, anzi, abbiamo già svolto alcuni test ed abbiamo trovato il giusto bilanciamento per le future gare. Inoltre per la prima volta schiereremo due vetture, una in Pro ed una in Silver, per cui sono davvero fiducioso per la stagione che verrà».

È poi intervenuto Donazzan: «Abbiamo cominciato l’anno scorso la partnership tra Orange1 e Grasser Racing Team, e trecentosessantacinque giorni dopo posso dire che la sento come una famiglia. Forse non siamo riusciti a raggiungere tutti gli obiettivi sperati, ma abbiamo comunque vinto e poi replicato la vittoria alla prestigiosa 24 Ore di Daytona, cui si è aggiunta la 12 Ore di Sebring. Una cosa che avrei ritenuto impossibile se non l’avessi vista coi miei occhi e che ho vissuto come un regalo da parte di Lamborghini e Grasser. Voglio dunque ringraziare tutti quanti per far parte della famiglia GRT. Io, nel nome di Orange1, metterò come sempre tutta la passione che la nostra realtà ha verso il Motorsport con un impegno nel Blancpain, oltreché nell’ADAC GT Masters.

E poi a concludere Giorgio Sanna: «Quest’oggi per Lamborghini Squadra Corse comincia ufficialmente la stagione nel continente europeo, dopo i successi negli Stati Uniti. Ringrazio GRT ed Orange1 per la fiducia che continuano a ricambiare nei nostri confronti e del programma corse clienti di Lamborghini. Per noi Grasser Racing Team è e rimarrà il punto di riferimento a livello globale. Un ringraziamento va sicuramente anche a tutti gli altri membri della squadra, come i meccanici e gli ingegneri, ma anche i piloti qui presenti. Il programma europeo si presenta come il più interessante e difficile al Mondo – dal Blancpain all’ADAC – e proprio per questo vogliamo continuare la nostra striscia positiva e raggiungere nuovi livelli».

Cinque Endurance ed altrettante Sprint in programma

La stagione 2019 di Orange1 GRT – Grasser Racing Team si articolerà su un complessivo di dieci gare per quanto concerne la serie Blancpain, equamente divise tra durata (Endurance) e velocità (Sprint). Dopo Monza l’appuntamento con le gare Endurance sarà a Silverstone (11-12 Maggio), Paul Ricard (31 Maggio – 1 Giugno) e la classica 24 Ore di Spa-Francorchamps (25-28 Luglio). Il tutto si concluderà nel weekend del 28-29 Settembre sul Circuito di Barcelona-Catalunya. Sulla vettura numero 63 (Pro) saranno presenti Mirko Bortolotti, Christian Engelhart, ed Rolf Ineichen, mentre sulla #19 (Silver) Lucas Mauron, Gerhard Tweraser ed Arno Santamato.

Guardando invece al Blancpain GT World Challenge Europe, ossia la Sprint Series, le corse si disputeranno su altrettanto celebri tracciati quali Brands Hatch, Misano, Zandvoort, Nürburgring ed Hungaroring. La Lamborghini Huracán GT3 EVO sarà affidata alle abili mani (e piedi) di Mirko Bortolotti e Christian Engelhart. 

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati