CIR

CIR | Il riscatto di Rachele Somaschini al Rallye Sanremo

Ottimi risultati per Rachele Somaschini a Sanremo

Al secondo appuntamento nel CIR, Rachele Somaschini fa giustizia del ritiro al Ciocco e ottiene dei buoni piazzamenti. Prosegue senza sosta anche l'iniziativa #CorrerePerUnRespiro
CIR | Il riscatto di Rachele Somaschini al Rallye Sanremo

Torniamo a parlare di Rachele Somaschini, la pilota che sta attualmente disputando il Campionato Italiano Rally nel format del Due Ruote Motrici, lottando inoltre per l’affermazione tra gli equipaggi femminili. La giovane milanese torna dal Rallye Sanremo, secondo appuntamento del CIR, con un risultato decisamente più appagante rispetto all’avvio della stagione al Ciocco.

I piazzamenti di Rachele Somaschini al Rallye Sanremo

La Somaschini si apprestava infatti a gareggiare sugli asfalti del Ponente ligure dopo aver subito un ritiro nel precedente round in Toscana, per colpa di un guasto meccanico occorso alla sua Citroën DS3 R3T. In coppia con la navigatrice Chiara Lombardi, la giovane pilota non si è comunque persa d’animo, presentandosi a Sanremo con la voglia di riscattarsi: così è stato, perché l’equipaggio ha primeggiato nella categoria femminile e si è aggiudicato il sesto posto nel 2RM ed il trentacinquesimo assoluto (su sessanta arrivati al traguardo e nove ritirati).

Risultati che iniziano a premiare il lavoro del binomio e dello staff che le supporta, a partire da RS Team che fornisce la vettura, a sua volta preparata da Sportec Engineering e con i pneumatici di Hankook Competition, mentre il comparto strategico e logistico è stato curato dalla Plus Rally Academy. Sanremo non è stato facile per nessuno, viste anche le incognite legate al meteo, che non hanno risparmiato pioggia sulle strade liguri, grandine e pure nebbia, con tutte le difficoltà annesse ai cambiamenti di grip sull’asfalto.

«Una gara sempre ricca di emozioni qui a Sanremo – ha poi tirato le somme Rachele Somaschini – non sono mancate le difficoltà durante i due giorni di prove speciali, sia per il meteo, sia per la rottura del differenziale ed il duro lavoro di tutta la squadra che ringrazio per avermi permesso di arrivare fino alla fine», svela la pilota. «Il palco del Sanremo è sempre uno scenario indescrivibile: un anno fa portavo a termine la mia prima gara di CIR, è interessante ripercorrere tutto quello che è stato fatto in un anno. Sicuramente c’è ancora tanto da migliorare ma i presupposti e la voglia di fare non manca, anche Chiara è stata fondamentale, continueremo a mettercela tutta, gli avversari nel CIR sono sempre di altissimo livello», conclude.

Nuovo successo per l’iniziativa #CorrerePerUnRespiro

Rivedremo nuovamente Rachele Somaschini e Chiara Lombardi nel prossimo appuntamento del CIR, ovvero la Targa Florio del 9-12 maggio, prova tra le più ricche di storia nel panorama rally italiano e non solo. E si rinnoverà ancora una volta l’impegno della pilota milanese per la ricerca e per la campagna #CorrerePerUnRespiro, in supporto alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus, patologia di cui la Somaschini è affetta dalla nascita ma che non le impedisce, nonostante le difficoltà, di competere ad alti livelli. Ad ogni sua gara infatti la ragazza sensibilizza le persone e gli appassionati che accorrono ai parchi assistenza sulle attività della ricerca medica per sconfiggere questa malattia: anche a Sanremo erano presenti i volontari che hanno distribuito le uova di Pasqua e i nuovi gadget firmati RS Team. La raccolta fondi ha dato degli esiti molto positivi, visto che sono stati racimolati 1.100 euro da donare alla Fondazione e quindi alla ricerca. Tutte le informazioni su www.fibrosicisticaricerca.it.

Crediti Immagine di Copertina: Pagina Facebook Ufficiale Rachele Somaschini

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati