CIR

CIR | Luca Panzani al Rallye Sanremo in cerca di conferme: “Faremo la nostra parte”

Panzani alla viglia del Rallye Sanremo

Luca Panzani, su Ford Fiesta R2, prosegue la sua stagione nel CIR Due Ruote Motrici con il supporto di Ford Italia: l'obiettivo è confermarsi anche sulle strade del Rallye Sanremo
CIR | Luca Panzani al Rallye Sanremo in cerca di conferme: “Faremo la nostra parte”

Questo weekend, come sappiamo, si consumerà il secondo atto del Campionato Italiano Rally a Sanremo, che vedrà come di consueto l’abbinamento con altre competizioni oltre a quella Assoluta. È il caso del Tricolore Due Ruote Motrici, dove qualcuno cercherà di riconfermare un buon risultato, se è possibile migliorarlo, ma comunque non deviare dalla giusta strada: parliamo, in pratica, di Luca Panzani.

L’avvio di stagione di Luca Panzani

A bordo della Ford Fiesta R2 di TH Motorsport e con gomme Hankook (azienda quest’ultima che tramite ERTS lo supporta anche in questa stagione), il lucchese ha ricominciato quest’anno nel CIR nella categoria 2RM, dopo un 2018 a bordo di una R5 (sempre nel Tricolore) e una serie di successi nei monomarca rally di Renault.

Il primo appuntamento di questa stagione al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio ha portato in dote a Panzani e al sua navigatore Francesco Pinelli un secondo posto nel 2RM (nonché quattordicesimo assoluto), dietro a Tommaso Ciuffi su Peugeot. Il primo appuntamento è servito per definire il feeling con la vettura e testare il miglior set-up possibile, gomme comprese, perciò sugli asfalti del Sanremo si inizieranno a vedere i frutti di questo adattamento.

Le parole di Panzani prima del Rallye Sanremo

Panzani, alfiere del progetto su cui stanno investendo Ford Italia e Ford Racing – e con il supporto di Gass Racing – cercherà quindi la tanto decantata consistency, quella virtù che è un misto di coerenza, consistenza e solidità a cui puntano i piloti, dopo l’esordio di stagione di qualche settimana fa: «A mente fredda, dico che quanto fatto al Ciocco ha un grande valore», spiega il lucchese. «Era tutto nuovo, a parte le strade; direi che meglio di così non potevamo fare ed anzi, aggiungo che siamo solo all’inizio! Si è lavorato bene e serenamente su tutti i fronti, certamente le sensazioni della prima uscita le possiamo e le dobbiamo capitalizzare in un’altra gara che non sarà facile come questa di Sanremo», che Panzani corse già in altre quattro occasioni: 2014, 2015 (dove ottenne il primato nel Twingo R2 Top), 2016 (altro successo in un monomarca, in questo caso il Clio R3T) ed infine l’anno scorso, culminando la gara con un ottavo posto assoluto. «So le insidie che nasconde, per quanto so anche che ci saranno avversari che non ci concederanno nulla. Abbiamo chiaro l’impegno che ci attende e vogliamo fare la nostra parte in modo deciso», conclude Panzani.

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati