Mini Challenge 2019: al via l’ottava edizione del monomarca [FOTO LIVE]

Autodromo di Monza protagonista della prima prova

L’ottava edizione della Mini Challenge, il monomarca creato dalla casa inglese del gruppo BMW, andrà in scena a partire da questo weekend sull’Autodromo Nazionale di Monza, dove si è tenuta la consueta conferenza stampa di presentazione

Nato nel 2012, il Mini Challenge sarà ancora una volta protagonista su alcune delle piste più prestigiose del nostro Paese per l’ottava edizione di questo monomarca. Quest’anno saranno presenti ben 8 squadre, rappresentanti di 19 dealer e in totale correranno 25 piloti, alcuni giovanissimi.

Mini Challenge: un monomarca economicamente sostenibile

Gran parte del successo di questo monomarca Mini Challenge, come confermato dallo stesso direttore di Mini Italia Stefano Ronzoni, è dovuto anche dalla formula di partecipazione, decisamente più abbordabile e sostenibile di quella di molte altre categorie del mondo motorsport. Il Mini Challenge è diviso ancora una volta come negli ultimi due anni da due categorie: la Pro e la Lite. A livello estetico sono praticamente uguali, ma al loro interno le Mini John Cooper Works possiedono due motori ben diversi. La Pro può contare su un cuore da 265 Cv, mentre la Lite, entrata in gioco dall’edizione 2017, arriva a 231 Cv. Entrambe molto potenti, ma ben diverse da gestire, al punto che la distanza sul giro in media si aggira sui 4 secondi a favore della Pro. Le altre cinque tappe del monomarca, che durerà fino al prossimo ottobre, saranno a Misano, Imola, Vallelunga, al Mugello e infine a Monza per la grande conclusione. L’Autodromo Nazionale sarà comunque di scena questo weekend per le prime due gare del weekend, anticipate da una sessione di prove libere da 25 minuti, da una di qualifiche cronometrate di 30 minuti e, infine, le due gare che saranno da 25 minuti di durata più un giro.

Mini Challenge: le caratteristiche tecniche

Naturalmente la Mini Challenge 2019 vedrà sulla griglia di partenza delle Mini JCW molto particolari. Queste sono infatti state arricchite da uno speciale Kit Racing composto da vari elementi distintivi: kit ammortizzatori regolabili, top mount anteriori con camber regolabile, cerchi BBS da 17 pollici, freni con pastiglie e dischi racing, splitter anteriore, alla posteriore, estrattori, Roll Bar certificato FIA, cambio sequenziale con innesti frontali, differenziale autobloccante meccanico, scarico e catalizzatore racing e, infine, il serbatoio di sicurezza omologato FIA. Un pacchetto che esalta il tradizionale “go-kart feeling” che da sempre è una caratteristica distintiva della Mini in tutte le sue incarnazioni. Oltre a questo, però, il Mini Challenge si segnala ancora una volta per un prezzo di accesso relativamente contenuto (per gli standard del motorsport, ovviamente). Per iscriversi al campionato Lite servono 40.592 €, mentre per il Pro servono 48.091 €, più ovviamente le varie spese amministrative di corsa che non sono comprese.


Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati