Porsche Esports Supercup, il primo campionato mondiale virtuale che premia i migliori sim driver

Il vincitore alla Night of Champions di Porsche

Porsche lancia la Esports Supercup, il primo campionato virtuale mondiale che premia assieme ai piloti reali il campione di ogni edizione.
Porsche Esports Supercup, il primo campionato mondiale virtuale che premia i migliori sim driver

Non solo realtà: Porsche lancia l’Esports Supercup, il primo trofeo virtuale riservato ai videogiocatori di tutto il mondo. Un grande impegno quello del Marchio tedesco, che punta sempre più al mondo del sim racing, come nella nostra penisola con la Porsche Esports Carrera Cup Italia.

Porsche Esports Supercup: i dettagli

Porsche si espande sempre più, dando il via alla Porsche Esports Supercup; non un nome a caso, dato che “Supercup” si riferisce al trofeo più importante della Casa di Stoccarda, che sottolinea l’internazionalità che andrà ad assumere il campionato virtuale. I tedeschi si appoggeranno a iRacing, il collaudatissimo simulatore americano che gestirà i server e le gare. In tutto, i partecipanti saranno ben quaranta, che si son fatti strada attraverso un processo di selezione globale e che andranno ad affrontare ben dieci appuntamenti, tutti a bordo della Porsche 911 GT3 Cup. Il debutto sarà sulla riproduzione di Barber Motorsport Park, negli Stati Uniti, il prossimo 13 aprile, mentre la finale sarà il 28 settembre a Monza, in Italia. I montepremi in palio sono di circa 100.000 dollari. «Con la Porsche Esports Supercup stiamo lanciando un campionato globale per ogni sim racer che vuole vincere nella propria carriera», ha detto Marco Ujhasi, Manager Esports di Porsche Motorsport. «Solo i piloti con un livello di abilità molto anno hanno superato il processo di qualificazione. Assisteremo a gare molto combattute».

Una vera premiazione per il vincitore

Il campione del monomarca virtuale verrà premiato alla “Night of Champions”, il galà della Porsche che premia i successi dei piloti e delle squadre impegnati con il Marchio; ciò fa di Porsche la prima grande casa automobilistica a riconoscere il titolo dei sim driver a livello dei loro collegi “reali”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Eventi

Commenti chiusi

Articoli correlati