CIWRC | Pedersoli conquista il Rally 1000 Miglia. Cancellate due speciali

Primo round di stagione per il CIWRC

Si è disputato oggi il primo appuntamento del CIWRC, ovvero il Rally 1000 Miglia: percorso rivisto e vittoria di Luca Pedersoli con Anna Tomasi sulla Citroen DS3 WRC
CIWRC | Pedersoli conquista il Rally 1000 Miglia. Cancellate due speciali

È Luca Pedersoli ad aggiudicarsi la prima prova stagionale del Campionato Italiano WRC, partito con la 43esima edizione del Rally 1000 Miglia, nei dintorni di Salò. Affiancato da Anna Tomasi sulla Citroen DS3 WRC, il bresciano conquista la tripletta dopo i successi nella prova del 2014 e 2016.

La top ten del Rally 1000 Miglia

Pedersoli parte subito alla grande vincendo la prima prova speciale, la spettacolo di Città di Salò da 2,45 km, e non molla la vetta della assoluta sino alla fine, conquistando anche tre scratch su nove prove speciali (o meglio, sette, come vedremo). Si piazza al secondo posto finale, con un ritardo di 11,4 secondi, Simone Miele con Roberto Mometti, anch’essi sulla Citroen DS3 WRC: il loro secondo posto si inaugura dopo la PS5 e resta tale sino alla fine. Il podio si conclude con Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Fiesta WRC, a 15,9 secondi di gap da Pedersoli: per loro due vittorie nelle ultime due speciali di oggi.

Al quarto posto Andrea Carella con Enrico Bracchi sulla Skoda Fabia R5, e di conseguenza salgono in vetta tra le vetture di classe. Seguono Corrado Pinzano con Marco Zegna, anche loro su Fabia R5 e Matteo Daprà con Fabio Andrian, sesti al loro debutto su Hyundai i20 R5 (esordienti tra l’altro anche nella classe). Settimo Mauro Miele con Luca Beltrame (sempre Skoda), ottavi Federico Santini e Gabriele Romei, ancora Fabia, ed infine la top ten si chiude con il nono posto di Gianluigi Niboli con Danilo Fappani (Fiesta WRC) ed il decimo di Andrea Mabellini e Virginia Lenzi su Hyundai i20 R5.

Parlando di ritiri eccellenti, Corrado Fontana e Nicola Arena sono stati costretti a salutare i sogni di gloria dopo la PS5: l’equipaggio infatti nel corso della San Michele 1 da 9,12 km tocca con la loro Hyundai i20 NG WRC causando il distacco della ruota e della sospensione posteriore sinistra. Fontana ed Arena si sono ritrovati così con il mezzo compromesso, subendo la beffa di doversi ritirare proprio nel pieno della loro lotta per il podio (nella PS4 si erano spinti sino al secondo posto assoluto).

Abbinato al Rally 1000 Miglia si è disputato il primo appuntamento del girone CIWRC del Suzuki Rally Cup, vinto da Simone Goldoni con Flavio Garella, che a bordo della Swift R1B hanno conquistato anche la Power Stage.

Da notare che il percorso del 1000 Miglia ha subito una modifica sostanziale, attuata poco prima del via. La Direzione Gara infatti ha deciso di cancellare la Moerna, valida come PS2 e 6, «per cause di forza maggiore non imputabili all’organizzazione» (si parlerebbe comunque di motivi di sicurezza), come si legge nel comunicato ufficiale, causando così uno slittamento della partenza di sabato di un’ora e venti, ma mantenendo comunque gli orari dei passaggi nelle speciali rimaste.

Rally 1000 Miglia 2019: classifica finale

1.Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) in 1:03’55.8;

2. S.Miele-Mometti (Citroen DS3 WRC) a 11.4;

3. Signor-Bernardi (Ford Fiesta WRC) a 15.9;

4. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) a 38.8;

5. Pinzano-Zenga (Skoda Fabia R5) a 1’05.2;

6. Daprà-Andrian (Hyundai i20 R5) a 2’16.3;

7. M.Miele-Beltrame (Skoda Fabia R5) a 2’33.9;

8. Santini-Romei (Skoda Fabia R5) a 2’37.4 ;

9 G.Niboli-Fappani (Ford Fiesta WRC) a 2’46.7 ;

10.Mabellini-Lenzi (Hyundai i20 R5) a 30’0.

CIWRC 2019: classifica dopo il Rally 1000 Miglia

Pedersoli 15; S.Miele 12; Signor 10; Carella 8; Pinzano 6; Daprà 5; M.Miele 4; Santini 3; Niboli 2.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati