WRC | Citroen torna a casa dal Rally del Messico soddisfatta

Vittoria di Ogier-Ingrassia, Citroën seconda in classifica

Citroën Racing guarda al bicchiere mezzo pieno e intasca la seconda vittoria stagionale con Ogier, mentre Lappi paga caro un errore.
WRC | Citroen torna a casa dal Rally del Messico soddisfatta

Una performance “incredibilmente calma e sempre composta”, come riferiscono dall’interno dello stesso Team Citroën Total WRT, ha portato Sébastien Ogier e Julien Ingrassia a raccogliere la seconda vittoria stagionale al termine del Rally Messico 2019. E senza dubbio proprio il sangue freddo del 6 volte iridato ha portato a finire le varie prove speciali al comando, in un weekend che è stato un calvario generale.

Citroën allunga il dominio personale in Messico

Il territorio dell’America Centrale si conferma molto positivo per la Casa francese, che con il sigillo posto in questo 2019 sale a quota 8 vittorie di squadra, siglando un record. La giornata conclusiva per Ogier è stata di puro controllo sul resto del gruppo, in particolar modo su Ott Tänak e la sua Toyota Yaris WRC, il quale ha vinto ben due SS consecutive concludendo poi alle sue spalle di circa 30 secondi. A convincere della performance e dell’ottimo bilanciamento della C3 WRC+ la vittoria nella Power Stage, che ha assegnato ulteriori 5 punti all’alfiere di Citroën Racing.

La leadership era arrivata al termine della Super Stage “El Chocolate” (31.57km), la più tecnica e difficile dove molti piloti sono incappati in errori o sfortune varie. Da lì in poi anche lo stesso Ogier ha dovuto lottare con una foratura ad una gomma, che gli ha tolto momentaneamente il primo posto, ma una volta risolta non è rimasto che attaccare. Con abile sapienza il Sabato si è dunque concluso sempre al comando e con un buon vantaggio da gestire per la giornata seguente. Che si è poi tramutata nella vittoria, la seconda dopo il Monte-Carlo di Gennaio.

Il bicchiere mezzo vuoto è stato senza dubbio rappresentato dalla precoce uscita di scena di Esapekka Lappi con l’altra Citroën C3, quando nella giornata di Venerdì il finlandese stava convincendo con i propri tempi. Un Rally del Messico magro se si parla di punti – soprattutto dopo il convincente podio in Svezia – ma ricco di esperienza sui torridi sentieri, soprattutto in qualità di apri-pista la Domenica. «Sono contento di aver imparato a guidare su questa tipologia di terreno» – ha dichiarato il 28enne originario di Rauma – «E di aver capito quale strategia usare con le gomme. Ora mi concentrerò sul Tour de Corse, voglio tornare lì dove conta».

Il commento di Pierre Budar

«Siamo estremamente felici dell’ottava vittoria di Citroën qui in Messico» – ha esordito Pierre Budar (Team Principal di Citroën Racing) – «Ciò significa che è stato fatto un ottimo lavoro di squadra! L’altitudine e le alte temperature erano gli elementi chiave di questo Rally, ma trovandosi tutti nelle stesse condizioni la vittoria è sintomo che dietro le quinte si è svolta una preparazione coi fiocchi. Certo è che questo rimane un appuntamento inusuale, però è anche il primo stagionale che si svolge su ghiaia ed il primo posto di Ogier vuol dire che la C3 WRC ha un ottimo mix per correre ovunque. Tre podi consecutivi… Non potevamo sperare in meglio. Ovviamente tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’incredibile performance di Sébastien e Julien».

Budar ha poi concluso: «Esapekka e Janne hanno pagato caro un piccolo errore, ma sono contento di come abbiano reagito positivamente davanti a questa difficoltà e di come siano poi migliorati. Lappi non ha ancora il massimo feeling con questo terreno, ma sta imparando in fretta».

La classifica costruttori al termine del Rally Messico 2019

  1. Toyota Gazoo Racing – 86 points
  2. Citroën Total WRT – 78 points
  3. Hyundai WRT – 77 points
  4. M-Sport Ford WRT – 45 points

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati