WRC | Rally del Messico: Ogier e Citroen vincono l’edizione 2019

Un grande weekend per l'alfiere Citroën

Sébastien Ogier con la Citroën C3 WRC+ prima attacca e poi controlla su Ott Tänak, agguantando la seconda vittoria stagionale.
WRC | Rally del Messico: Ogier e Citroen vincono l’edizione 2019

Dalle fredde nevi di Monte Carlo e Svezia, con risultati diametralmente opposti, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia tornano alla vittoria nel Rally del Messico 2019. Questo significa anche il terzo risultato consecutivo positivo stagionale per il Team Citroën e la C3 WRC+ (ed ottavo qui in Messico), nonostante manchi ancora un ottimo lavoro di “coppia”, complice l’uscita precoce di Esapekka Lappi. Secondo posto per un arrembante Ott Tänak con la Toyota Yaris del GAZOO Racing, mentre a chiudere il podio la Ford Fiesta by M-Sport di Elfyn Evans.

Un weekend a tutto controllo per Ogier e la sua C3 WRC+

La vittoria della coppia Ogier-Ingrassia è anche la quinta in territorio messicano, sintomo di un grande feeling del francese con questa tipologia di terreno (considerando i vari cambi di casacca). A voler mostrare la propria supremazia va sottolineato il miglior tempo nell’ultima prova (Las Minas Power Stage) che ha aggiunto al già prestigioso bottino ulteriori 5 punti. «Qui per me è sempre un posto speciale» – ha detto Ogier ai microfoni, non appena conclusasi l’ultima prova – «Non è stato un weekend senza problemi per noi, ma sono felice che sia finito nel migliore dei modi. Il prossimo appuntamento in Corsica sarà lo stesso, ovvero vincere e prendere più punti possibili. Per il momento celebrerò questa vittoria in Messico sul volo di ritorno con un bicchiere di champagne e poi a casa, con tutta la famiglia!». Con il successo di Monte-Carlo di Gennaio in cassaforte ora la Classifica generale comincia a delinearsi, con Ogier momentaneamente a -5 su Tanak e +6 su Neuville.

Nulla da fare per chi inseguiva, ma va sottolineato senza dubbio il valore di Ott Tänak e Martin Järveoja con la Toyota Yaris WRC+ (reduci dalle ottime nevi svedesi), che nella mattinata di Domenica si è aggiudicato entrambe le manche (SS19 ed SS20) riuscendo a sorpassare nella classifica generale la coppia britannica Elfyn Evans-Scott Martin con la Ford Fiesta WRC+. Un podio molto variegato che mostra come la stagione in corso del World Rally Championship possa riservare parecchie sorprese e colpi di scena… Che naturalmente non sono mancati sin dalle fasi iniziali di questo Rally Messico 2019.

Neuville ai piedi del podio, e quante defezioni!

Per Thierry Neuville è stato un weekend cominciato male nella prima giornata, quando invece il suo compagno di squadra Andreas Mikkelsen aveva chiuso in testa. Il belga con la Hyundai i20 WRC+ è stato infatti sfortunato protagonista di una foratura sulla SS “El Chocolate” di soli 5 chilometri, che gli ha fatto perdere diversi secondi. Una prova decisamente non dolce anche per Teemu Suninen con la Ford Fiesta WRC+ di M-Sport, che è finita distrutta in un impatto frontale mettendo subito fuori dai giochi il finlandese. Per il 25enne di tratta del secondo ritiro consecutivo dopo che in Svezia si trovava al comando. Come si suol dire: “Bene ma non benissimo”.

Il Sabato pomeriggio ha poi mietuto ulteriori vittime, in particolare per Hyundai. Prima Mikkelsen e poi il ritrovato Dani Sordo si sono dovuti ritirare dal Rally del Messico, con lo spagnolo fermo per un problema elettrico alla sua vettura. Sogno sfumato per la Casa sud-Coreana, che come aveva anticipato prima del weekend puntava a riprendersi la vetta della classifica Costruttori. Guardando invece in casa Citroën la buona prestazione in Svezia non è stata d’auspicio a Esapekka Lappi e Janne Ferm, autori di un’uscita di strada nella SS10 “Guanajuatito 1” di 25,90 chilometri, fortunatamente senza conseguenze per i due ma con la C3 WRC+ impossibilitata a ripartire. Il 28enne finlandese ha chiuso con poco più di un’ora di ritardo da Ogier, siglando il quattordicesimo posto finale.

La Classifica finale del Rally Messico 2019

Crediti immagine: www.wrc.com

Crediti Immagine Copertina: Citroën Racing

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati