Formula E | Nissan e.dams pronta al riscatto nelle tappe asiatiche

Buemi ha già trionfato a Hong Kong nel 2016

Una doppia trasferta asiatica attende il team Nissan e.dams, fiducioso di capitalizzare l'ottimo potenziale messo in pista nelle ultime corse
Formula E | Nissan e.dams pronta al riscatto nelle tappe asiatiche

La doppia trasferta in terra asiatica di Hong Kong e Sanya attende i protagonisti della quinta stagione di Formula E. L’e-prix che verrà disputato nell’ex colonia britannica sarà anche il 50° della storia della categoria, che proprio nella vicina Cina aveva cominciato il proprio percorso.

Voglia di riscatto

Il potenziale mostrato dalle due monoposto del team Nissan e.dams nelle ultime corse è stato veramente alto. Tuttavia una serie di errori da parte dei piloti e della squadra non hanno permesso alle vetture di capitalizzare la propria velocità. Sebastien Buemi è però più motivato che mai e il tracciato di Hong Kong, su cui ha trionfato nel 2016, è la giusta cornice per il riscatto.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Jean-Paul Driot, Team Principal di Nissan e.dams: “L’E-Prix di Hong Kong rappresenta una sfida enorme, perché il tracciato di 1,86 km è uno dei più corti della stagione. Dopo il Messico torniamo su un classico circuito cittadino, in uno dei contesti più spettacolari di tutto il campionato: lo skyline e il porto di Hong Kong”.

Sébastien Buemi: “Ai tempi della mia prima gara di Formula E a Pechino, nel 2014, non potevo certo immaginare che questo campionato sarebbe cresciuto così in fretta o che a breve avrei guidato le nostre spettacolari vetture Gen2.”

“Abbiamo avuto qualche difficoltà nelle ultime due tappe, ma abbiamo anche registrato una velocità incredibile, perciò sono certo che proseguiremo su questa strada a Hong Kong. So che sarà difficile, ma il mio obiettivo è vincere la 50° gara di Formula E e regalare a Nissan la sua prima vittoria nel campionato.”

Oliver Rowland: “Nelle prime tre gare, a tratti ho raggiunto una buona velocità, ma la tappa in Messico è stata la prima in cui sono riuscito davvero a farmi valere a nome di Nissan e.dams. Ho registrato il miglior tempo durante le qualifiche, ho partecipato alla Super Pole e ho ingranato un’ottima partenza: è stata un’enorme iniezione di autostima.”

“Sapevo di potermi misurare con questi piloti e alla fine l’ho dimostrato. Il prossimo obiettivo è completare l’opera, concludendo la gara nella parte alta della zona punti.”

“A Hong Kong affronterò ancora una volta un circuito nuovo per me, ma ci prepareremo intensamente con il simulatore e in ogni caso potrò contare sull’esperienza di Seb per mettere a segno una performance ottimale.”

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati