WRC | Hyundai ritrova Sordo al Rally del Messico e punta al ritorno in vetta tra i costruttori [VIDEO]

Sordo tornerà anche in Corsica

Hyundai Motorsport cercherà di confermare il terzo podio consecutivo di stagione al Rally del Messico di questo weekend. Intanto Andrea Adamo aggiusta la line-up per i prossimi appuntamenti
WRC | Hyundai ritrova Sordo al Rally del Messico e punta al ritorno in vetta tra i costruttori [VIDEO]

C’è una classifica da raddrizzare che attende Hyundai Motorsport al Rally del Messico 2019: la scuderia di Alzenau deve ritornare in fretta in vetta tra i costruttori e rilanciare il proprio pilota di punta Thierry Neuville, perchè va bene che siamo appena al terzo appuntamento di quest’anno del WRC ma, come ha detto il Team Principal Andrea Adamo dopo il Rally di Svezia, bisogna spingere di più.

Proprio sulle nevi scandinave Hyundai ha dovuto cedere – per un solo punto! – la leadership tra i costruttori ai rivali di Toyota: un distacco esiguo, ma il team di Tommi Mäkinen quest’anno fa ancora più paura.
Ma da Alzenau non c’è alcuna intenzione di recedere davanti all’infuriare della battaglia e ci si prepara per l’imminente prova in Messico, prima di stagione su sterrato nonché unica per le sue caratteristiche che combinano clima secco e caldo con le altitudini che superano quota 2.000 metri lungo le zone montuose della Sierra de Lobos e Sierra de Guanajuato, dove si correrà. Condizioni che potrebbero influenzare le prestazioni delle vetture, con una possibile perdita del 20% della potenza dei motori per via dell’aria rarefatta e poco densa delle quote più alte, con minor ossigeno.

Dani Sordo torna al Rally del Messico (e anche al successivo Tour de Corse)

Da quando Hyundai è tornata nel Mondiale Rally con la i20 Coupè WRC, ovvero dal 2014, il team ha ottenuto tre podi, di cui l’ultimo nel 2018 con Dani Sordo (andarono a punti in quell’occasione anche Neuville ed Andreas Mikkelsen). E sarà proprio lo spagnolo a ritornare nella line-up schierata quest’anno, debuttando in quel Messico dove proprio nella scorsa stagione raggiunse il suo risultato migliore nella corsa americana. Sappiamo che Sordo si alternerà nel 2019 con Sébastien Loeb, sebbene con un cambiamento in corso d’opera sia stato deciso che i due si ritroveranno assieme, con l’immancabile Neuville, al successivo Tour de Corse, escludendo quindi in terra francese Mikkelsen: una decisione presa di persona personalmente da Andrea Adamo per garantire il miglior schieramento composto dai piloti più forti su asfalto (giacché «il nostro obiettivo ufficiale è la classifica costruttori» , come ha spiegato lo stesso Team Principal).

In attesa di vedere se questa tattica pagherà, torniamo agli sterrati messicani, che rappresenteranno ancora una volta una prova tosta non solo per Sordo (reduce dalla vittoria quest’anno al Rally Serras de Fafe che ha aperto il campionato portoghese) ma anche per gli altri equipaggi. Neuville appunta le difficoltà delle alte temperature e dell’altitudine, come abbiamo anticipato, che renderanno ardua la permanenza nell’abitacolo e meno potente la spinta propulsiva della vettura (il belga spererà di poter comunque ottenere di più dalla i20 Coupé WRC, rispetto a quanto visto in Svezia). Anche Mikkelsen concorda sul fatto che il mix tra caldo ed altitudine sia molto usurante per gli equipaggi e le vetture.

Proprio per questo ci sarà da faticare, ma non solo per le condizioni in cui si gareggerà, ma anche per il livello molto alto raggiunto dagli avversari. «Dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi e spingere ancora di più per il risultato che siamo consci di poter raggiungere», conclude Adamo.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati