WTCR | Honda completa la line-up: Tassi e Monteiro, due generazioni a confronto in KCMG

Le ultime novità sui piloti del WTCR 2019

Honda Racing svela gli ultimi due nomi al via per il WTCR 2019: si tratta del giovane Attila Tassi e del veterano e rientrante Taigo Monteiro, entrambi nel team KCMG
WTCR | Honda completa la line-up: Tassi e Monteiro, due generazioni a confronto in KCMG

A passi lunghi e ben distesi ci avviciniamo all’avvio della stagione 2019 del WTCR, e la griglia dei team e piloti continua a prendere quella che sarà la sua forma definitiva. Le ultime novità riguardano Honda, che ufficializza altri due piloti al via sulle vetture della casa giapponese: parliamo di Attila Tassi e Tiago Monteiro.

Due generazioni diverse che figureranno entrambe nel team KCMG, che schiera appunto le Honda Civic Type R TCR. La scuderia di Hong Kong, nata nel 2007 ed attiva nei campionati GT asiatici, nel TCR (dove ha ottenuto un successo tra i team) e nell’endurance (vittoria nella LMP2 alla 24 Ore di Le Mans del 2015), ha recitato in passato il ruolo della wild card nel WTCR, ma da quest’anno si fa sul serio con la prima partecipazione ufficiale nel World Touring Car Cup.

Attila Tassi alla sua prima stagione completa nel WTCR 2019

Attila Tassi, con i suoi vent’anni da compiere quest’anno, rappresenterà il primo teenager nel WTCR 2019. Ovviamente la sua giovane età non deve ingannarci giacché il ragazzo ha iniziato la propria carriera non certo da molto ma neppure l’altro ieri, approcciandosi al motorsport nel 2012 e sbarcando poi nel 2016 nella serie internazionale del TCR; l’anno scorso lo abbiamo visto nel TCR Europe sotto le insegne di Hell Energy Racing, a bordo della Honda Civic Type R TCR della KCMG, in una stagione che concluse al quarto posto e due vittorie (in Gara 2 ad Assen e in Gara 1 nell’ultimo appuntamento a Barcellona).

Di origine ungherese, Tassi ritroverà nel WTCR il suo mentore e connazionale, ovvero Norbert Michelisz (confermato da Hyundai Motorsport con BRC Racing Team, a bordo della i30 N TCR). Per il patron di Eurosport Events (che promuove il WTCR), François Ribeiro, il duopolio ungherese tra Tassi e Michelisz infiammerà il pubblico di casa, visto che nel Paese magiaro si correrà anche quest’anno (per la precisione nel secondo appuntamento di fine aprile): «Norbi lotterà sicuramente per il titolo ed è già un idolo in Ungheria, mentre Attila potrà mettersi in luce certamente», sostiene, sottolineando il fatto che Tassi «possa essere un grande prospetto per il WTCR».

Ancora una volta Hell Energy sosterrà il giovane ungherese, nel frattempo diventato pilota ufficiale Honda Racing, cosa che rende Tassi «contentissimo», come afferma lui stesso, felice anche di poter disputare una intera stagione nel WTCR. «È un sogno che si avvera e sono grato a tutti per avermi dato questa occasione a 19 anni – prosegue – Nella mia breve carriera ho già potuto lottare per podi e vittorie, so che qui il livello è altissimo, il più elevato dove ho mai corso, me ne sono reso conto quando sono stato wild card all’Hungaroring nel 2018 [dove ottenne come miglior risultato nel weekend un quindicesimo posto in Gara 3, ndr]». Tassi sa che avrà molto da imparare, ma è fiducioso che con il supporto del team un giovane come lui possa fare dei bei risultati.

Il ritorno di Taigo Monteiro

Sicuramente l’ungherese gioverà dei consigli di un veterano con cui dividerà il posto in squadra, ovvero Tiago Monteiro. Tempo fa vi avevamo anticipato la notizia di un suo ritorno alle corse a tempo pieno, dopo aver fatto i conti con i postumi di un terribile incidente avvenuto nel 2017 durante dei test in Spagna. Già l’anno scorso il portoghese riuscì comunque a ritornare nel WTCR (che avrebbe dovuto disputare sin dal primo appuntamento in calendario) a stagione inoltrata, in occasione della Race of Japan, dove per poco non è riuscito ad entrare nella top ten di Gara 3.

Il peggio per Monteiro è alle spalle e ancora una volta Honda punterà le proprie carte su questo ragazzotto di 42 anni, ad un passo dal laurearsi campione WTCC nel 2017 (galeotto fu l’incidente che abbiamo menzionato, perché altrimenti…). «È stato un periodo di recupero lunghissimo – spiega il portoghese a proposito del lasso di tempo di oltre un anno necessario per rimettersi in pista – ma in Honda, la famiglia del WTCR e tutto il motorsport mi hanno sostenuto alla grande. È stata dura andare alle gare senza potervi partecipare, tornare in Giappone mi ha fatto vivere una emozione fantastica». Monteiro però è pronto per la rivincita: «non c’è dubbio che ora sia più forte e determinato che mai, voglio vincere quel titolo che l’infortunio del 2017 mi ha negato». E a proposito del suo compagno di squadra Tassi: «Sarà bello lavorare con lui e anche se in KCMG sono dei debuttanti nella serie, hanno comunque dei record fantastici nel mondo del motorsport avendo preso parte a diverse gare. Hanno esperienza e saranno un team competitivo fin da subito».

In questo modo Honda Racing ha coperto tutte le caselle relative ai piloti al via nel WTCR 2019: oltre a Tassi e Monteiro con KCMG, nell’altro team cliente ALL-INKL.COM Münnich Motorsport la divisione motorsportiva della casa giapponese proporrà Néstor Girolami ed Esteban Guerrieri, come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati