CIR

CIR | Il campione CIWRC Stefano Albertini torna nel Tricolore

Un altro nome si aggiunge al CIR 2019

Arriva la conferma della presenza di Stefano Albertini nel CIR 2019: il due volte campione CIWRC ritroverà team e navigatore, ma l'auto sarà totalmente diversa
CIR | Il campione CIWRC Stefano Albertini torna nel Tricolore

Torniamo ad aggiornarvi sulla lista partenti del prossimo Campionato Italiano Rally con un altro nome che era nell’aria, ma che contribuisce ad innalzare ulteriormente il livello competitivo del Tricolore 2019: il bicampione CIWRC Stefano Albertini si unisce alla compagnia e balza (o meglio, torna) nel massimo campionato nazionale.

Il ritorno di Stefano Albertini nel CIR

Classe 1986, tra i talenti più interessanti del nostro panorama rally, il pilota di Gavardo ha steso la concorrenza nel Campionato Italiano dedicato alle vetture WRC, vincendo il titolo negli ultimi due anni: nel 2017 il percorso di Albertini fu pressoché perfetto con cinque appuntamenti vinti su sei, mentre l’anno successivo sono bastati tre successi nel calendario per conquistare il CIWRC 2018, a bordo della Ford Fiesta WRC per il team Mirabella Mille Miglia, con alle note Danilo Fappani.
Nella carriera del pilota c’è stato in precedenza anche il CIR, sia nella categoria Junior (dal 2010 al 2014) che nel campionato maggiore, dove però Albertini fece giusto qualche apparizione tra il 2007 e il 2015, senza però mai disputare una stagione completa.

Il salto nella categoria R5 per Stefano Albertini

Ora la grande occasione di ricoprire il ruolo di pilota ufficiale a tutti gli effetti nel Tricolore, in lotta ad armi pari con gli altri avversari per il titolo nazionale (ma ritroverà una gara a lui familiare, ovvero il Rally del Friuli Venezia Giulia, che dal CIWRC passa quest’anno al CIR). Confermato in blocco tutto il suo entourage, che comprende quindi il team, la scuderia e il navigatore: quindi ancora una volta al suo seguito ci sarà la Scuderia Mirabella Millemiglia, la Tam-Auto che preparerà la vettura e Fappani alle note. Cambierà ovviamente l’auto, certamente per quanto riguarda la classe ma anche il modello: Albertini guiderà infatti una Skoda Fabia R5.

Felice di poter tornare nel CIR dopo qualche anno di assenza, il pilota bresciano avverte il livello della competizione che lo attende: «Sento i nomi che si stanno facendo in questi giorni e penso che il livello degli avversari sarà sicuramente molto alto. Non sarà semplice», mette in guarda Albertini, che aggiunge: «Dovremo impegnarci molto per essere competitivi, ma penso che sarà una bella sfida sia per me che per la squadra. La speranza è di trovare velocemente un buon feeling con la macchina e cercare di capire come sfruttare al meglio le gomme Michelin con l’R5».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati