Formula E | Nissan e.dams in cerca del riscatto a Città del Messico

Le buone prestazioni di Santiago fanno ben sperare

In Cile Buemi ha conquistato la Pole Position e ha dominato per oltre metà corsa, prima che un errore lo mettesse fuori gioco. Guai anche per Rowland
Formula E | Nissan e.dams in cerca del riscatto a Città del Messico

Il team Nissan e.dams è pronto a tornare in pista per l’e-prix di Città del Messico, quarta prova stagionale di Formula E.

La preview

La squadra arriva in Messico dopo la prova di Santiago del Cile, che ha lasciato gli uomini con il morale contrapposto: se è vero infatti che nessuna delle due monoposto ha raccolto punti in gara, è altrettanto vero che il potenziale messo in pista in particolare modo da Buemi lascia pochi dubbi: la vettura è competitiva e può giocarsi le posizioni di testa.

Il pilota svizzero, infatti, ha conquistato una bella Pole Position e condotto le ostilità per gran parte della corsa, prima di commettere un errore di guida che ha lo ha costretto alla resa. Anche Rowland ha colpito le protezioni a lato della pista, dopo aver lottato duramente in top ten.

Le dichiarazioni di Driot

“A Città del Messico l’aria è rarefatta e le curve sono strette” ha commentato Jean-Paul Driot, Team Principal di Nissan e.dams. “Sarà una sfida molto diversa rispetto a Santiago, dove invece c’erano tantissimi rettilinei. Ci sono ben 18 curve in poco più di 2 chilometri, cosa che rende le gare molto movimentate, ma noi resteremo concentrati.”

“Qui anche la strategia gioca un ruolo importante, in particolare per quanto riguarda la potenza extra fornita dall’attivazione dell’Attack Mode. Spero che i tifosi ci sostengano ancora votando Sébastien e Oliver con l’hashtag #FANBOOST. Il nostro obiettivo per sabato sarà quello di chiudere la gara con un risultato eccellente, per poi proseguire con i test di domenica come previsto dal nostro programma di sviluppo.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati