WRC | Rally di Svezia 2019: Neuville al comando nello shakedown [VIDEO]

I risultati dello shakedown

Thierry Neuville conquista il miglior tempo nello shakedown del Rally di Svezia 2019: dietro di lui resistono Tanak ed Ogier. Intanto Latvala si prepara a festeggiare un record
WRC | Rally di Svezia 2019: Neuville al comando nello shakedown [VIDEO]

Parte il programma di gara del Rally di Svezia 2019, secondo appuntamento del campionato WRC e unico del calendario in condizioni climatiche prettamente invernali. Sebbene paia che dalle parti di Karlstad nel weekend difficilmente si scenderà sotto lo zero, rimanendo su un clima sì freddo ma non rigido, i piloti hanno avuto la loro prima occasione di misurarsi ufficialmente con le strade innevate del percorso misto svedese-norvegese. Parliamo dello shakedown di Skalla da 6,86 km, dominato da Thierry Neuville.

Il podio dello shakedown del Rally di Svezia 2019

Il belga di Hyundai Motorsport infatti conquista il miglior tempo al terzo giro con 4:05.0: il pilota a bordo della i20 Coupé WRC lancia così un segnale, condiviso con la scuderia di Alzenau, per dimostrare che la vettura potrebbe dire la sua sulle strade innevate e ghiacciate (se le condizioni resteranno così). Tuttavia neppure le Toyota Yaris WRC e le Citroen C3 WRC non scherzano, giacché a 2,2 secondi si piazza subito dietro a Neuville Ott Tanak (curioso il fatto che si tratti dello stesso gap che è costato al belga il Rallye di Monte Carlo di un mese fa) e a 2,3 secondi Sébastien Ogier: questo è il podio dello shakedown di Skalla, che ancora una volta dimostra il fatto che i rapporti di forza, al momento, sono stabili tra Citroen, Hyundai e Toyota.

Il resto dei piazzamenti dello shakedown

«Il feeling con la vettura alla fine è stato buono – racconta al termine Neuville – Ho lottato un po’ nel primo passaggio per poi adattare il set-up in vista del secondo, e così tutto si è risolto. Le condizioni della strada cambiavano molto e diventavano sempre più veloci, come avviene praticamente sempre qui in Svezia». Notare che dopo il belga si sono piazzata cinque piloti in uno spazio di 6 decimi di secondo: oltre a Tanak e ad Ogier, al quarto posto troviamo il tempo di Kris Meeke, compagno di squadra dell’estone in Toyota, ed al quinto il primo pilota portabandiera di M-Sport Ford, ovvero Elfyn Evans.

Al sesto posto l’altro conduttore su Ford Fiesta WRC, ovvero Teemu Suninen (passato al comando nel secondo passaggio con un tempo pari a 4:10.4) e al settimo Esapekka Lappi per Toyota. Chiudono la top ten Sébastien Loeb all’ottavo (per Hyundai), Jari-Matti Latvala al nono (Toyota) e l’ultimo pilota della scuderia di Alzenau ad entrare tra i primi dieci, ovvero Andreas Mikkelsen.

All’undicesimo posto troviamo l’altro M-Sport Pontus Tidemand, mentre segnaliamo il diciottesimo ottenuto da Marcus Grönholm, al ritorno in un evento WRC e, a proposito di rientri nel giro, il trentesimo di Lorenzo Bertelli.

POS. PILOTA VETTURA TEMPO
1. Thierry Neuville Hyundai i20 4m05.0s
2. Ott Tänak Toyota Yaris 4m07.2s
3. Sébastien Ogier Citroën C3 4m07.3s
4. Kris Meeke Toyota Yaris 4m07.5s
5. Elfyn Evans Ford Fiesta 4m07.7s
6. Teemu Suninen Ford Fiesta 4m07.8s
7. Esapekka Lappi Toyota Yaris 4m08.4s
8. Sébastien Loeb Hyundai i20 4m08.8s
9. Jari-Matti Latvala Toyota Yaris 4m09.2s
10. Andreas Mikkelsen Hyundai i20 4m10.0s

In particolare Meeke ancora una volta ha dovuto affrontare un imprevisto: il britannico infatti è finito in uno snow bank – i banchi di neve ai lati della strada – con la sua Yaris WRC dopo aver preso malamente una curva destrorsa a seguito di un salto (mancavano 500 metri al traguardo del terzo passaggio, e non a caso l’ha concluso con un riscontro cronometrico oltre i 7 minuti).

Il record di Latvala al Rally di Svezia 2019

Latvala invece è stato il primo a segnare il miglior tempo nel giro di apertura (4:14.3): un ottimo inizio per il finlandese che proprio in Svezia (dove ottenne la sua prima vittoria nel Mondiale Rally, diventando nel 2008 il più giovane a vincere una prova di questo campionato avendo allora una età pari a 22 anni e 313 giorni) taglia il traguardo record di 197 gare affrontate in carriera nel WRC: in questo modo viene abbattuto il precedente primato appartenente a Carlos Sainz, mica uno a caso.

Latvala inoltre aggiungerà a questo record una soddisfazione ulteriore raccolta al Rally di Svezia, ovvero quella di essere nominato Uomo del Match nell’incontro di hockey (sport nazionale) tra i piloti WRC, tenutosi nei pressi del parco assistenza di Torsby poco prima dell’avvio ufficiale della tappa mondiale. Ovviamente non parliamo di un momento fondamentale della carriera del finlandese – che pure ha praticato hockey a livello agonistico a partire dai 16 anni – però son pur sempre soddisfazioni.

Nell’attesa di scoprire se i piloti WRC verranno impiegati in una esibizione di fado al Rally di Portogallo o in una sessione di caccia alla volpe in quello del Galles, vi ricordiamo che stasera parte ufficialmente il programma competitivo del Rally di Svezia con la superspeciale di Karlstad: qui tutti i dettagli con gli orari ed il percorso completo (ed anche come vedere le gare in tv e sul web).

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati