IMSA | Audi di Morad, Mies, Vanthoor e Feller penalizzata, secondo posto a WRT

Scattano le penalità del post gara

Conclusasi la settimana scorsa, la 24 Ore di Daytona rimescola ancora una volta le carte della classifica finale con due penalità fioccate verso l'Audi del Team Montaplast by Land e alla Ferrari della Scuderia Rossa
IMSA | Audi di Morad, Mies, Vanthoor e Feller penalizzata, secondo posto a WRT

Ad una settimana dalla conclusione della bagnatissima e confusionaria 24 Ore di Daytona, primo appuntamento WeatherTech SportsCar Championship dell’IMSA, arriva una penalità per l’Audi del Team Montaplast by Land e per la Ferrari della Scuderia Rossa, che rimescolano le posizioni finali.

Penalità per Audi, ecco come cambia la classifica di Daytona

L’Audi R8 LMS GTE #29 di Daniel Morad, Christopher Mies, Dries Vanthoor e Ricky Feller avevano conquistato il 2° posto nella categoria GTD, dopo aver sfiorato la vittoria dopo aver perso la leadership nel diluvio della seconda metà di gara, con la conseguente vittoria della Lamborghini Huracan GT3 Evo del GRT Grasser Racing Team. Purtroppo, per la Casa dei Quattro Cerchi è arrivata una penalità per aver infranto il punto 12.13.2 del Regolamento Sportivo che impone un tempo minimo di guida ai piloti Silver e Bronze. Per la classe GTD il tempo risulta essere 4 ore e 45 minuti, con una base di 3 ore e 30 minuti ma ridotto con le interruzioni per bandiera rossa. Feller non ha rispettato tale crono, causando quindi la discesa al 22° posto e cedendo il podio alla WRT Speedstar Audi Sport di Frederic Vervish, Kelvin van der Linde, Ian Hames e Roman DeAngelis. Al 3° posto sale la Lexus #12 di Townsend Bell, Jeff Segal, Frankie Montecalvo ed Aaron Telitz.

Anche Ferrari penalizzata dopo Daytona

Anche la Ferrari della Scuderia Rossa ha commesso la stessa infrazione, sebbene la “Bianca” di Maranello si sia ritirata verso la fine per un incidente di Toni Vilander nell’acquazzone generale. Alla fine, la #63 era stata classificata 14esima, ma con la penalità sprofonda 23esima.

Copyright foto in copertina: Richard Dole / LAT Images

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati