Intercontinental GT Challenge | Due Ferrari in pista alla 12 Ore di Bathurst

Sono HubAuto Corsa e Spirit of Race

Si sta disputando il fine settimana della 12 Ore di Bathurst in questi giorni e anche la Ferrari è presente, per dare l'assalto al primo appuntamento dell'Intercontinental GT Challenge.
Intercontinental GT Challenge | Due Ferrari in pista alla 12 Ore di Bathurst

La 12 Ore di Bathurst, primo appuntamento dell’Intercontinental GT Challenge 2019, è entrata nel vivo con le prove libere svoltesi stanotte. Come già detto, ci sono molti protagonisti in gara ma non possiamo dimenticarti delle due Ferrari che rappresenteranno l’Italia, oltre ovviamente ai nostri piloti.

Chi sono i piloti in pista con Ferrari a Bathurst

Una stabile presenza quella della Ferrari 488 GT3 di HubAuto Corsa, che disputerà tutti e cinque gli appuntamenti stagionali – oltre a Mount Panorama ci sono Laguna Seca, Spa-Francorchamps, Suzuka e Kyalami. La squadra è presente anche nella Blancpain GT Series Asia con due vittorie all’attivo nel 2018, e punterà alto in terra australiana. Il team avrà in pista l’ottimo trio composto tutti da piloti di casa: Nick Foster, Tim Slade e Nick Percat. Non è mancata nemmeno Spirit of Race, anch’egli con una 488 GT3 guidata da Paul Dalla Lana, Pedro Lamy e Mathias Lauda, tutti provenienti da Daytona dove hanno corso la 24 Ore lo scorso fine settimana.

Il programma della 12 Ore di Bathurst

Dopo aver disputato le quattro sessioni di prove libere, le 41 auto iscritte – comprese le due Ferrari – torneranno a rombare questa notte alle 22.35 con le ultime collettive da 60 minuti, poi ci saranno le due sessioni di qualifiche (1.20 e 2.10). Alle 6.40 ci sarà la Top 10 Shootout, mentre la gara scatterà domani alle 19.45 e terminerà nel caldo pomeriggio dell’Australia, quando qui in Italia sarà mattina presto.

I maggiori rivali della Ferrari

Molti gli avversari temibili per le Ferrari: Audi è presente con diverse vetture, a cominciare dalla numero 2 affidata a Christopher Mies, Christopher Haase e Markus Winkelhock e la numero 3 a Pete Storey, Gordon Sheddon e Matthew Neal. Occhio anche al nostro Raffaele Marciello, in pista con la Mercedes AMG GT3 assieme a Maximillian Buhk e a Maximillian Goetz. Black Falcon avrà dalla sua Maro Engel, Luca Stolz e Gary Paffett, mentre BMW asi affida al recente vincitore della 24 di Daytona Augusto Farfus, Chaz Mostert e Martin Tomczyk.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati