WRC | Toyota sul podio del Rallye Monte Carlo con Tanak, mentre Meeke al suo rientro non sfigura

Commenti e dichiarazioni da Toyota Gazoo Racing

Toyota Gazoo Racing fa il punto sulla spedizione al Rally Monte Carlo 2019: la rimonta di Tanak, l'ottimo ritorno nel WRC di Meeke e i problemi affrontati da Latvala
WRC | Toyota sul podio del Rallye Monte Carlo con Tanak, mentre Meeke al suo rientro non sfigura

L’alba della terza stagione del ritorno di Toyota nel WRC ha visto ancora una volta una straordinaria prestazione a firma di Ott Tanak: non sarà valsa la vittoria finale, ma la rimonta che ha messo a segno l’estone al Rallye di Monte Carlo fa paura (agli avversari) e mette in chiaro come il pilota mantenga lo stato di forma visto l’anno scorso. Toyota Gazoo Racing, dal canto suo, ottiene dei buoni riscontri anche dal resto della line-up, e dimostra di avere una vettura che potrebbe competere per ottenere il bis nel Mondiale Costruttori.

La rimonta di Tanak al Rallye Monte Carlo

In buona sostanza, Tanak conquista il terzo posto finale con un ritardo conclusivo di 2:15”2: un gap che però va pesato, visto che dopo aver conquistato il primato a seguito delle primissime due speciali che hanno aperto il programma del Monte Carlo (e sulle insidiose strade ghiacciate, rese ancora più impervie delle prove praticamente in notturna), ha successivamente dissipato questo vantaggio il giorno dopo, crollando al settimo posto (da qui i circa due minuti che poi non si è scrollato più di dosso, nonostante quello che è successo dopo) per via di una foratura che lo costringe a cambiare ruota nella PS7.

Il buon ritorno sulle scene di Meeke e la prestazione di Latvala

Ma poi è arrivata la carica, e che carica: ben sei scratch conquistati tra sabato (con un impressionante poker) e domenica, tutti consecutivi, contribuiscono a proiettare Tanak sul podio finale con praticamente un minuto recuperato, ma rimanendo comunque a distanza di due dalla leadership. In ogni caso prestazione notevole per l’estone, così come ha dato un’ottima impressione il ritorno sulle scene del WRC di Kris Meeke, che si è mantenuto costante nella top ten alla fine di ogni giornata, pur con qualche piccolo inciampo e difficoltà, per poi prendersi la vittoria nella Power Stage. Il britannico concluderà sesto a 5:36”2, venendo preceduto dal compagno di squadra Jari-Matti Latvala, vincitore della PS6. In tutto Toyota Gazoo Racing si prende nove prove speciali su quattordici, il secondo posto tra i costruttori parimerito con Citroen – a 5 lunghezze da Hyundai – e i suoi tre piloti nelle prime sei posizioni della classifica individuale.

I commenti da Toyota Gazoo Racing

«Ciò dimostra la notevole prestazione della nostra Yaris WRC», ha dichiarato il Team Principal Tommi Mäkinen, che loda in particolare il debutto di Meeke, definito «impressionante nel suo primo rally con noi», e si dice certo che «abbia mandato un avvertimento a tutti gli altri per il resto della stagione, e tutti terranno gli occhi ben puntati su di lui».

«Vincere la Power Stage è stato un modo incredibile per finire il nostro primo rally con Toyota Gazoo Racing», vede e rilancia Meeke, fiero di aver messo a segno il miglior tempo «quando ha contato farlo», ovvero con in palio i 5 punti per la classifica piloti. Spiega inoltre di aver avuto problemi tecnici nel weekend che un po’ hanno compromesso l’assalto al quarto posto, ma in ogni caso «il feeling con la macchina è davvero buono», chiosa il britannico con lo sguardo già rivolto al prossimo evento, il Rally di Svezia.

Latvala ammette di non aver corso al suo meglio, deluso di non esserlo preso lui il quarto posto (per la cronaca andato a Sébastien Loeb). Riconosce di aver sbagliato nei test, allorquando ha sviluppato un set-up non ottimale per la sua Yaris WRC, il che gli ha reso dei problemi di sottosterzo. Ma, conclude, «abbiamo avuto un weekend pulito, senza errori e abbiamo ottenuto dei punti importanti, il che è fondamentale per iniziare la stagione. Siamo consci che l’auto possa essere in grado di vincere».

Chi invece è felice del suo risultato è ovviamente Ott Tanak, che ammette di aver perso quasi tutte le speranze il venerdì, per poi sorprendersi del suo recupero nei giorni successivi sugli asfalti più o meno asciutti. «Abbiamo fatto un lavoro perfetto sabato e domenica e dovremmo sentirci tutti orgogliosi di noi stessi».

Infine, l’ultima parola spetta al Presidente della Gazoo Racing Company, Shigeki Tomoyama, che prendendo spunto dalla scorsa stagione sì vittoriosa, ma con anche problemi e ritiri, spiega che il team ha lavorato nell’inverno per migliorare velocità e consistency. Quindi, anche nelle condizioni difficili ed imprevedibili del Monte Carlo, «tutti e tre i nostri equipaggi hanno combattuto molto bene e sono stati in grado di rendere il rally estremamente emozionante». Nello specifico, «Ott e Martin […] hanno dimostrato una dote competitiva superiore, proprio come hanno mostrato l’anno scorso. Anche se hanno perso tempo a causa della foratura, hanno vinto sette tappe e hanno conquistato il terzo posto sul podio. Jari-Matti e Miikka hanno corso senza pressioni e sono arrivati ​​quinti. Kris e Seb hanno mostrato un’incredibile velocità nella Power Stage, mentre si godevano il loro primo giro con la Yaris WRC. La loro guida brillante ci ha dimostrato che possiamo aspettarci risultati meravigliosi in questa stagione».

Ora barra dritta verso le nevi della Svezia, dove Toyota conquistò la sua prima vittoria con la Yaris WRC nel 2017, impresa firmata da Latvala.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati