Formula E | Ds Techeetah torna a Santiago per ripetere la doppietta dello scorso anno

Vergne si impose su Lotterer dopo una lunga e dura battaglia

Il primo e-prix di Santiago regalò al pubblico una corsa meravigliosa
Formula E | Ds Techeetah torna a Santiago per ripetere la doppietta dello scorso anno

Il primo e-prix di Santiago è stato un vero successo: nel 2018 cinque piloti hanno lottato duramente per la vittoria a suon di staccate fumanti e sportellate, anche a causa del black out nella zona del paddock che ha lasciato i piloti senza radio negli ultimi dieci minuti di corsa.

Il ricordo di Mark Preston

Forse proprio a causa del black out Mark Preston è scampato ad un infarto: rimasto senza video e radio, il team principal di DS Techeetah non ha così potuto vedere i contatti tra i suoi piloti, che in un paio di occasioni sono veramente arrivati ai ferri corti rischiando di gettare via una bellissima doppietta.

“L’anno scorso a Santiago la gara è stata particolarmente intensa – ricorda Preston – Negli ultimi dieci minuti, la metà dei box aveva perso tutti i segnali radio e TV. Non sapevamo assolutamente cosa stesse succedendo in pista. Ripensandoci siamo stati fortunati a non vedere in diretta quello che è successo tra André e Jean-Eric mentre lottavano per la vittoria! Ho visto le immagini solo 24 ore più tardi e mi sono reso conto che quel che vedevo era incredibile.

Santiago è un luogo molto speciale per noi. È qui che abbiamo festeggiato la prima doppietta della storia della Formula E, il momento della stagione in cui abbiamo allungato il vantaggio e avviato la serie di vittorie che ci ha portato al titolo. Con la competitività dimostrata nel corso dei primi due E-Prix della stagione penso che possiamo aspirare al podio e, perché no, a una nuova doppietta!”

Il commento dei piloti

Anche Vergne e Lotterer ricordano con piacere l’e-prix dello scorso anno, e soprattutto tornano in Cile più carichi che mai: per Vergne c’è grande voglia di rifarsi dal grottesco testacoda in cui è incappato alla prima curva dell’e-prix di Marrakech, in cui ha vanificato ogni chance di vittoria.

“Santiago dello scorso anno è stato un momento pazzesco! Se ci penso, la doppietta in Formula E rappresenta una grande performance per un piccolo team cliente, nonostante i problemi che abbiamo avuto. L’E-Prix di Marrakech ha confermato le prestazioni di Ad Diriyah, ma il mio obiettivo è sempre vincere la mia prima gara della stagione.
Questo sarà il mio obiettivo per la seconda volta a Santiago. Spero che vada tutto bene e di replicare i risultati dello scorso anno, per ripartire con lo stesso stato d’animo. »

André Lotterer invece ha una motivazione molto personale per ben figurare a Santiago «Non vedo l’ora di essere in Cile. Questo Paese mi piace e ha un posto speciale nel mio cuore perché mio padre è originario del Perù. Sin dall’inizio della stagione abbiamo mostrato una bella competitività e aspettiamo con entusiasmo la partenza della gara successiva. Continuiamo a lavorare per la prima vittoria e spero di riuscirci a Santiago. Il circuito è nuovo e siamo ben preparati. »

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati