Formula E | Nissan e.dams vola in Cile per continuare a crescere

L'inizio della campagna di Nissan in Formula E è stato promettente

Dopo il buon debutto di Ad Diriyah, Buemi è stato costretto alla rimonta in Marocco, ma il potenziale è alto
Formula E | Nissan e.dams vola in Cile per continuare a crescere

Sabato 26 gennaio, quando in Italia saranno le ore 20, scatterà il terzo e-prix della quinta stagione di Formula E. Per il secondo anno si torna a Santiago, in Cile, ma su un nuovo tracciato.

Un inizio promettente

Il team Nissan e.dams, unico rappresentate del Sol Levante sulla griglia di Formula E, è parzialmente soddisfatto dei risultati ottenuti nelle prime due gare della stagione, anche se il potenziale messo in mostra è ben più alto. Infatti, dopo il buon sesto posto ottenuto nel primo della stagione, in Marocco Sebastien Buemi è stato costretto a rimontare a causa di un primo giro sfortunato. Alla prima curva il pilota svizzero ha dovuto evitare una monoposto finita in testacoda, perdendo numerose posizioni. È andata peggio al compagno di squadra Oliver Rowland, che non è riuscito a replicare il buon settimo posto ottenuto a Ad Diriyah, quando è risultato il miglior pilota debuttante in gara.

“A Marrakech abbiamo tenuto il giusto ritmo, ma la fortuna non ci ha assistiti”, ha detto Michael Carcamo, direttore mondiale dei motorsports di Nissan. “Tutti i membri del team Nissan e.dams non vedono l’ora di trasformare quel ritmo in risultati in Cile. Partecipando al campionato, sapevamo che il livello della competizione sarebbe stato intenso. Abbiamo tenuto un buon ritmo e se non fosse stato per il brutto episodio alla prima curva di Marrakesh, saremmo potuti salire sul podio. In Cile cercheremo ulteriori miglioramenti nei nostri sistemi di gestione dell’energia e nelle prestazioni generali del veicolo.”

Buoni riscontri nei Rookie Test

Il lavoro di sviluppo, fondamentale per i team al debutto nella categoria, è proseguito nei giorni successivi ai primi due e-prix. In particolare a Marrakech sono state disputate delle prove riservate ai piloti Rookie, in cui sono scesi in pista il pilota di riserva Mitsunori Takaboshi e il simulator driver Jann Mardenborough.

Jean-Paul Driot, team manager della squadra ha commentato: “Dopo Marrakesh, Nissan e.dams, Nissan e NISMO hanno continuato a lavorare a stretto contatto per esaminare i dati del weekend e lavorare per stabilire uno schema di riferimento per Santiago. Questo è un circuito nuovo per il campionato e Sebastien e Oliver hanno già completato molte miglia virtuali di preparazione per questo fine settimana. La prova degli esordienti con Mitsunori e Jann la scorsa settimana ci ha fornito dati importanti per continuare a perfezionare il nostro programma di simulazione”.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati