Dakar | Toby Price trionfa nelle moto: prosegue senza sosta il dominio KTM

I risultati finali nelle moto della Dakar 2019

Si conclude la Dakar 2019 con la vittoria nelle moto di Toby Price e il trionfo di KTM, con i suoi tre piloti sul podio finale. Tutti i risultati e le classifiche
Dakar | Toby Price trionfa nelle moto: prosegue senza sosta il dominio KTM

Toby Price sale sul trono delle due ruote della Dakar 2019: l’australiano trascina KTM al trionfo, il diciottesimo consecutivo nelle partecipazioni al rally raid della casa austriaca. Il pilota, dal canto suo, conquista il bis individuale dopo il successo nel 2016.

La lotta tra Price e Quintanilla nell’ultima tappa della Dakar 2019

Una Dakar partita in sordina per Price, che ha dovuto fare i conti con i postumi di una frattura all’osso scafoide della sua mano destra patita prima della competizione: eppure, tappa dopo tappa, l’australiano ha tenuto duro sino a conquistare la vetta della generale negli ultimi tre giorni, a partire dall’ottava frazione in cui aveva anche approfittato del ritiro del precedente leader, Ricky Brabec.
Oggi, nella tappa che da Pisco ha riportato dopo 358 km totali gli equipaggi a Lima, là dove tutto era iniziato, Price partiva con un avversario alle calcagna pronto ad insidiare il suo primato, ovvero Pablo Quintanilla. Il cileno di Husqvarna scattava con un ritardo di solo 1’02”, mentre terzo a 6′35″ si trovava Matthias Walkner, compagno di squadra di Price.

La Pisco-Lima si è caratterizzata per l’ordine inverso di partenza, con Javier Alvarez Fernandez e Javier Vega Puerta a scattare per primi (il loro ritardo dalla vetta era nell’ordine delle 68-50 ore, mentre terzo a partire è stato il nostro Gabriele Minelli, a 44 ore di ritardo in classifica).
Il colpo di scena scatta però già nei primi 10 km, con la caduta di Quintanilla che lo pone definitivamente fuori da giochi: il cileno paga un eccesso di attitudine d’attacco nei confronti di Price, rimediando un infortunio al piede e l’infrangersi di ogni speranza di vittoria. Il due volte leader di classifica quest’anno (dopo la tappa 3 e la tappa 6) chiuderà la Pisco-Lima 22esimo a 19’44 da Price, perdendo tutto il vantaggio accumulato e il podio della generale.

Price comunque non si rilassa e mantiene dei ritmi alti per ottenere così la vittoria di tappa, come poi avvenuto. Secondo dietro all’australiano si piazza José Ignacio Cornejo a 2’21, mentre nelle successive due posizioni della frazione di oggi troviamo gli altri due KTM Matthias Walkner, a 02’38, e Sam Sunderland, a 3’19. Praticamente, assieme a Price, i tre piloti che negli ultimi tre anni si sono spartiti la vittoria nella Dakar. E la storia riparte con l’australiano.

POS. N. PILOTA TEAM TEMPO DISTACCO
1 3
 TOBY PRICE
RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 14′ 01”
2 10
 JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 16′ 22” + 00H 02′ 21”
3 1
 MATTHIAS WALKNER
RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 16′ 39” + 00H 02′ 38”
4 14
 SAM SUNDERLAND
RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 17′ 20” + 00H 03′ 19”
5 77
 LUCIANO BENAVIDES
RED BULL KTM FACTORY TEAM 01H 17′ 21” + 00H 03′ 20”
6 47
 KEVIN BENAVIDES
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 01H 18′ 00” + 00H 03′ 59”
7 29
 ANDREW SHORT
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 01H 18′ 10” + 00H 04′ 09”
8 18
 XAVIER DE SOULTRAIT
YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 01H 20′ 17” + 00H 06′ 16”
9 28
 DANIEL NOSIGLIA JAGER
MEC HRC 01H 24′ 03” + 00H 10′ 02”
10 110
 SEBASTIAN BÜHLER
BÜHLER RACING TEAM 01H 24′ 42” + 00H 10′ 41”

 

La classifica finale della Dakar 2019, categoria Moto

La classifica generale finale della Dakar 2019, categoria moto, è un trionfo KTM con i suoi tre piloti sul podio: dopo Price troviamo infatti Walkner a 09’13”, mentre al terzo posto abbiamo Sunderland a 13’34”. Per i tre moschettieri dell’azienda austriaca questa edizione non è stata facile, se pensiamo ad esempio alle difficoltà patite nella terza tappa o il crollo di Sunderland nell’ottava; Price invece è stato il più costante, quello con una maggiore consistency dei tre, ed alla fine l’ha spuntata in una Dakar che comunque, almeno nelle moto, è stata abbastanza incerta sino alla fine.

Il resto delle generale vede Quintanilla quarto a 20’46”, crollato rispetto al secondo posto che occupava ieri con poco più di un minuto; segue poi l’ottimo quinto posto del compagno di squadra, Andrew Short, entrato nella top 5 nelle ultime tre tappe. Sesto posto per Xavier De Soultrait, il francese del team Yamalube Yamaha autore di un acuto nella terza tappa, mentre settimo è José Ignacio Cornejo, superstite di Honda nonché miglior uomo in classifica per la casa giapponese dopo il prematuro ritiro di Joan Barreda. Ottavo posto per Luciano Benavides (KTM), mentre la top ten si chiude con gli ottimi piazzamenti di Oriol Mena (Hero Motorsports) e Daniel Nosiglia Jager (MEC HRC), che ricorderemo per lo sfavillante secondo posto nella tappa 9 dominata dagli outsider.

Si ferma alle porte della top ten Laia Sanz, undicesima con un ritardo di 3 ore 24’10”: per la pilota di KTM si tratta del suo secondo miglior risultato dopo il nono posto ottenuto nel 2015. Citiamo inoltre il fantastico piazzamento del nostro Maurizio Gerini (Solarys Racing), 14esimo a 4H 28’41”, migliorando il 22esimo posto dell’anno scorso (dove vinse anche la Marathon). 54esimo Mirko Pavan (NSM Racing), 73esimo Gabriele Minelli (Pedrega Team).

 

POS. N. PILOTA TEAM TEMPO DISTACCO
1 3
 TOBY PRICE
RED BULL KTM FACTORY TEAM 33H 57′ 16”
2 1
 MATTHIAS WALKNER
RED BULL KTM FACTORY TEAM 34H 06′ 29” + 00H 09′ 13”
3 14
 SAM SUNDERLAND
RED BULL KTM FACTORY TEAM 34H 10′ 50” + 00H 13′ 34”
4 6
 PABLO QUINTANILLA
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 34H 18′ 02” + 00H 20′ 46”
5 29
 ANDREW SHORT
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 34H 41′ 26” + 00H 44′ 10”
6 18
 XAVIER DE SOULTRAIT
YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 34H 51′ 16” + 00H 54′ 00”
7 10
 JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2019 35H 05′ 22” + 01H 08′ 06”
8 77
 LUCIANO BENAVIDES
RED BULL KTM FACTORY TEAM 35H 06′ 26” + 01H 09′ 10”
9 7
 ORIOL MENA
HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 36H 05′ 57” + 02H 08′ 41”
10 28
 DANIEL NOSIGLIA JAGER
MEC HRC 36H 29′ 09” + 02H 31′ 53”

 

Citiamo inoltre il grande risultato ottenuto da Anastasiya Nifontova, 62esima nella generale, prima donna ad aver completato la Dakar nella categoria Original by Motul (dove si è classificata nona), ovvero senza assistenza.

Infine, nei quad trionfa, senza sorprese (è sempre stato leader della categoria, dalla prima all’ultima tappa), Nicolas Cavigliasso, che spicca in un podio tutto argentino: dopo il pilota di Drag’On Rally Team, troviamo infatti Jeremias Gonzalez e Gustavo Gallego.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati