CIR

CIR | Citroen sbarca nel Campionato Italiano Rally 2019 con la C3 R5

Debutto per Citroen nel CIR

È ufficiale: Citroen Italia entra a far parte del CIR 2019, schierando la C3 R5. Ecco i dettagli di cui siamo, sino ad ora, a conoscenza
CIR | Citroen sbarca nel Campionato Italiano Rally 2019 con la C3 R5

La stagione 2019 del Campionato Italiano Rally inizia con una novità che allarga la famiglia delle case automobilistiche impegnate nel Tricolore: Citroen infatti ha ufficializzato la propria partecipazione nella tenzone rally nazionale.

Citroen e le partecipazioni nei campionati italiani

La calata nel campo del CIR non rappresenta per il double chevron un debutto assoluto, visto che nel biennio 2011-2012 la divisione italiana della casa francese corse con una Citroen DS3 R3 nel Campionato Nazionale Junior: ultimo vincitore a bordo di questa vettura Andrea Nucita, con a fianco Giuseppe Princiotto (per tacere l’impegno attivo nel Tricolore Rally dell’altra realtà della galassia di PSA, ovvero Peugeot).
Prima ancora Citroen partecipò attivamente alle competizioni di casa nostro con trofei monomarca aperti ai privati, come il 2CV Dyane Cross, un format originale ed eccentrico (nonché molto democratico ed accessibile, con costi contenuti) che faceva correre le vetture francesi sui tracciati tipici del cross. Seguì poi una Cup firmata Citroen Italia e con protagonista la Saxo, che si svolgeva negli autodromi del Paese. Oggi un nuovo capitolo, questa volta nella massima competizione rally nazionale.

La Citroen C3 R5 debutta nel CIR

Per l’occasione Citroen schiererà la C3 R5, la stessa che abbiamo imparato a conoscere nel WRC2 dove ha debuttato quest’anno, raccogliendo tre podi ed anche il trionfo nel Campionato Nazionale Francese con Yoann Bonato e Benjamin Boulloud.
Il progetto della Citroen C3 R5, comunque, parte qualche anno prima, quando nel 2016 si iniziò a pensare un’auto che potesse diventare la pietra angolare per i clienti nel settore racing e, con quel po’ di ambizione che non guasta, per l’intera categoria della R5. L’anno successivo, a novembre, la prima esibizione su un tracciato di gara al Rallye du Var, dove la C3 aprì la pista a titolo dimostrativo. La vettura fu quindi pronta per il debutto ufficiale, che avvenne il 6 aprile 2018 in occasione del Tour de Corse, tappa del Mondiale Rally, battezzata con un podio ad opera di Bonato. Seguì poi la prima volta su sterrato all’impervio Rally del Portogallo, prova che fu dignitosamente superata.

Le caratteristiche della Citroen C3 R5

La C3 R5 si caratterizza per un motore studiato per ottimizzare le prestazioni: si tratta di un quattro cilindri da 1.6 litri con potenza di 282 CV a 5.000 giri al minuto, coppia massima di 420 Nm, distribuzione a doppio albero a camme in testa e 16 valvole, ad iniezione diretta, fornite da Magneti Marelli. Inoltre il motore presenta un turbocompressore con flangia in aspirazione da 32 mm.
Ancora, la trazione è di tipo integrale e presenta entrambi i differenziali autobloccanti; il cambio è sequenziale Sadev a cinque rapporti con comando manuale a leva, la frizione è a doppio disco (in materiale cerametallico) e le sospensioni di tipo McPherson, come tutte le vetture da rally per professionisti, hanno gli ammortizzatori regolabili per ottenere il miglior set-up. Infine l’impianto frenante è a pinze a quattro pistoncini e dischi autoventilanti, sia nella parte anteriore che in quella posteriore, dal diametro di 300 mm, in assetto terra, e 355 mm per quanto riguarda l’asfalto.
I pneumatici saranno forniti da Pirelli, mentre la vettura sarà preparata e assistita in gara dalla struttura tecnica di Fabrizio Fabbri, partner sportivo di lunga data per il Gruppo PSA Italia.

L’ingresso di Citroen nel CIR sarà supportato da tutto il know how maturato da PSA nei rally di casa nostra dell’ultimo decennio, come ha spiegato il Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne del Gruppo per quanto riguarda l’Italia, Carlo Leoni. Quest’ultimo ha anche citato la coincidenza con il centenario della casa francese che cade proprio quest’anno: «Il motorsport è centrale per tutti i nostri brand nelle attività di marketing e di comunicazione ed il progetto di Citroën si inserisce all’interno di questa strategia. Progetto che sarà a supporto dei successi commerciali della C3 e celebrerà il Centenario del Marchio Citroën fondato nel 1919».

Per il momento non è stato ancora resto noto, in via ufficiale, chi comporrà l’equipaggio, i nomi degli altri sponsor e la livrea ufficiale della C3 R5. Di certo sappiamo che la vedremo in azione al primo round del CIR 2019, ovvero il Rally del Ciocco e Valle del Serchio che si correrà a fine marzo (qui il calendario completo del Tricolore 2019).

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati