Formula E | Marrakech e-prix: Mitch Evans al comando nelle prime libere

È iniziata l'attività in marocco

Ottima prestazione anche per Andre Lotterer, debutta Pascal Wehrlein
Formula E | Marrakech e-prix: Mitch Evans al comando nelle prime libere

La Formula E è tornata in pista in Marocco, sede del secondo round della quinta stagione. Robin Frijns e Mitch Evans hanno aperto le danze nella fredda mattinata.

Virgin Racing e BMW partono bene

Nel primo turno di prove libere il team Virgin Racing ha preso il comando delle operazioni, con un buon Robin Frijns capace di precedere di soli 94 millesimi il vincitore del primo e-prix della stagione Antonio Felix Da Costa. Poco distante anche Sam Bird, con la seconda Virgin motorizzata Audi. Frijns si è poi ripetuto nella seconda sessione, chiudendo quinto proprio alle spalle di Da Costa, mentre Bird non ha cercato la prestazione pura.

Segnali molto positivi dal fronte BMW, con Da Costa molto vicino alla migliore prestazione e con Alexander Sims che ha chiuso due volte in top ten. Chissà che il pilota britannico non possa rifarsi proprio in Marocco dell’opaca performance messa in pista nell’e-prix di Ad Diriyah.

Jaguar e DS sono le più rapide

Il miglior tempo della mattinata è però andato a Mitch Evans, che nel finale del secondo turno ha dato tutto, prendendosi anche qualche rischio di troppo. Il forcing ha comunque pagato, ma il pilota neozelandese è ora chiamato a ripetere la bella prestazione in qualifica. Il potenziale della Jaguar rimane un’incognita: se Evans è in vetta alla classifica, Nelson Piquet ha avuto qualche problema di troppo, chiudendo settimo e quattordicesimo.

Buon lavoro anche in casa DS Techeetah, nonostante Andre Lotterer si sia visto strappare il giro più veloce a pochi minuti dal termine della seconda sessione, la velocità non manca. Vergne ha terminato entrambe le sessioni in top ten, rimanendo nascosto.

Problemi per Audi

Mentre il team clienti Virgin ha iniziato con il piede giusto, in casa Audi c’è un po’ di malumore: la top ten è rimasta distante per entrambi i piloti, con Lucas Di Grassi che nel secondo turno ha percorso solo cinque giri, di cui uno cronometrato. Non l’inizio di campionato migliore.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati