WRC | M-Sport Ford ufficializza i piloti per il WRC2 Pro: Greensmith e Pieniazek

I piloti M-Sport Ford per il WRC2 Pro

Ufficializzata la line up di M-Sport Ford che correrà nel WRC2 Pro 2019: Gus Greensmith e Lukasz Pieniazek gareggeranno per buona parte della stagione, e l'inglese guiderà anche una Fiesta WRC in Portogallo
WRC | M-Sport Ford ufficializza i piloti per il WRC2 Pro: Greensmith e Pieniazek

Nella prossimità dell’avvio della stagione 2019 del Mondiale Rally, che partirà il prossimo 24 gennaio con il Rallye di Monte Carlo, inizia a delinearsi sempre di più la lista degli equipaggi che correranno quest’anno e in quali team. M-Sport Ford, ad esempio, rilancia la sua partecipazione anche nel nuovo format del WRC2 Pro, schierando Gus Greensmith e Lukasz Pieniazek a bordo della Ford Fiesta R5 EcoBoost. Conosciamo meglio i due piloti ufficializzati da M-Sport.

Il profilo di Gus Greensmith

Classe 1996, Greensmith è uno dei talenti in ascesa nel panorama rally internazionale, la cui carriera è incominciata nel 2013, ma dall’anno successivo entra nell’orbita Ford iniziando a guidare la Fiesta senza più abbandonare l’abitacolo della vettura americana, partendo dalla R1 sino a giungere alla classe R5. Campione nazionale britannico rally Junior nel 2017, l’inglese ha ottenuto l’anno scorso nel WRC2 un onorevole quarto posto, con ben quattro podi di categoria in altrettanti round, a fronte di due ritiri per un totale di sette appuntamenti disputati. Quest’anno correrà in ben dieci, così come il suo collega Pieniazek, ma rispetto al polacco avrà anche la possibilità di guidare una Ford Fiesta WRC al Rally del Portogallo, probabile viatico per altre opportunità del genere lungo l’anno (M-Sport, insomma, ha rivolto più di una attenzione sull’inglesino). Al suo fianco un nuovo navigatore, ovvero il connazionale Elliott Edmondson, con cui hanno condiviso lo stesso abitacolo della Fiesta R2T già nel 2015, nonché copilota del titolare M-Sport Ford WRC Elfyn Evans sulla vettura di massimo grado rally nei test dell’anno scorso.

Il profilo di Lukasz Pieniazek

Con una carriera partita un anno più tardi rispetto a Greensmith, Pieniazek a differenza del britannico salirà per la prima volta sulla Fiesta R5. Il ventottenne polacco ha accumulato una serie di vittorie di categoria in molti eventi rally, sia nazionali che internazionali, oltre ad avere una buona esperienza nell’ERC dove si classificò terzo nella categoria Junior (correva l’anno 2016). Negli ultimi due anni l’impegno nel WRC2, con un podio nel Rally di Portogallo dell’anno scorso, a bordo di una Skoda Fabia R5.

I due piloti M-Sport Ford nel WRC2 Pro cominceranno la stagione distanziati l’uno dall’altro: Greensmith infatti partirà da Monte Carlo, mentre Pieniazek correrà nell’evento successivo, il Rally di Svezia.

Le dichiarazioni da M-Sport Ford

Com’è lecito aspettarsi Greensmith si dice orgoglioso di continuare a far parte della famiglia M-Sport Ford e di correre con loro nel WRC2 Pro, e ancora più orgoglioso – vorremmo proprio vedere – nel partecipare al Portogallo con una vettura WRC. «Mi trovo dove volevo essere e dove posso ottenere le migliori occasioni, con il miglior programma per progredire come pilota nel 2019», si spertica l’inglese, felice anche di ritrovare Edmondson, certo di poter formare una accoppiata vincente.

Racconta inoltre: «Sono stato vicino a cogliere la prima vittoria nel WRC2 in più di una occasione l’anno scorso, e non ho intenzione di lasciarmi sfuggire altre opportunità del genere nel 2019; e con una nuova Fiesta R5 in arrivo questa estate, sono certo che avremmo il pacchetto migliore per ottenere i risultati a cui puntiamo. Ma il punto focale della mia stagione sarà certamente il Portogallo: un sogno che diventa realtà poter debuttare nel WRC».

Pieniazek parla di un passo importante nella sua carriera di pilota rally, ed anch’egli è felice della partnership con M-Sport Ford. Convinto di poter salire di livello grazie al supporto del team, il polacco non vede l’ora di mettersi alla prova in quello che definisce «un gran bel programma nel nostro calendario».

Infine il Team Principal Richard Millener si dice impaziente di vedere ciò che i due prospetti faranno per progredire la propria carriera. «Gus ha fatto parte di noi per qualche anno, un periodo in cui lo abbiamo visto migliorare nel proprio passo assieme a delle performance più solide. È stato ripagato con quattro podi lo scorso anno, giungendo molto vicino alla sua prima vittoria in più di una occasione – qualcosa per cui sono sicuro non dovremo aspettare ancora a lungo», tratteggia così Millener la figura di Greensmith, smanioso anche di vederlo alla prova della Fiesta WRC in Portogallo.
Per quanto riguarda Pieniazek, il Team Principal rivela che M-Sport segue da tempo il polacco come giovane talento in crescita, dotato comunque di una buona esperienza nel WRC2. «In M-Sport Ford abbiamo tanta esperienza da offrire a Lukasz, mentre svilupperà le sue abilità come parte della nostra famiglia», conclude.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati