Dakar | Yokohama Spagna ritorna al fianco del team SsangYong

Secondo anno alla Dakar per Yokohama

Per il secondo anno consecutivo Yokohama Spagna salda la sua partnership con i coreani di SsangYoung Spain Team e si presenta alla Dakar 2019 con l'equipaggio artefice di un ottimo risultato nel 2018
Dakar | Yokohama Spagna ritorna al fianco del team SsangYong

Yokohama Spagna concede il bis: per il secondo anno consecutivo la divisione iberica dell’azienda – tra le leader nel settore pneumatici – sarà presente alla Dakar, ancora una volta a fianco del team SsangYong Spain Team.

La precedente Dakar di Yokohama e SsangYong

L’anno scorso Yokohama Spagna aveva fornito le gomme Geolandar M/T G003 al veicolo SsangYong Tivoli DKR, ovvero un buggy dotato di un motore V8 a trazione posteriore. A bordo l’equipaggio formato da Óscar Fuertes e il navigatore Diego Vallejo, due rookie che nel 2018 riuscirono nell’impresa di concludere il durissimo rally raid sudamericano e, non paghi, di terminare quarti nella categoria T1.3 (ovvero veicoli a benzina a due ruote motrici) e terzi tra i partecipanti spagnoli, addirittura subito dopo il trionfatore Carlos Sainz ed Isidre Esteve. Mica male per i due esordienti, e anche per Yokohama e il team coreano SssangYong, questi ultimi al ritorno alla Dakar dopo nove anni per la quarta partecipazione nella loro storia.

La partecipazione alla Dakar 2019

Squadra che vince non si cambia e così anche alla Dakar 2019 torna Fuertes, che proprio al volante della Tivoli vinse l’European Dakar Challenge che fu a sua volta il viatico per la sua iscrizione nel rally raid del 2018, e il navigatore Vallejo. Il prossimo 6 gennaio partirà la competizione che per la prima volta si svolgerà in unica location, il Perù, e vedrà un programma ridotto ma che conta pur sempre 5.000 chilometri distribuiti su 10 tappe, con la difficoltà di un percorso composto al 70% da sabbia e dune.
Per affrontare al meglio la portata di una gara così complessa SsangYong sostituisce il Tivoli con il Rexton DKR, creato interamente in Spagna proprio per la Dakar e dotato di un motore a benzina V8 da 6.2 litri e una potenza di 450 hp, oltre ovviamente a montare gomme Yokohama Geolandar M/T G003, in 37×12,5 e con dimensioni R 17.

Le caratteristiche del Yokohama Geolandar M/T G003

Due parole proprio sul Geolandar M/T G003. Il pneumatico da fuoristrada facente parte della famiglia Geolandar nasce appositamente per i modelli Suv e Pick Up e riesce a sopportare le sollecitazioni di condizioni estreme come fango, fondi rocciosi o sporchi e ghiaia. Questo è possibile anche ad un battistrada scolpito con un rete di blocchi e lamelle sequenziali atte a rendere il pneumatico capace di sviluppare la migliore trazione sulle varie superfici da fuoristrada. Il Geolandar M/T G003 infine garantisce una maggiore resistenza ad usura e tagli grazie al rinforzo del fianco con un blocco aggressivo sul lato superiore.
Il Vicepresidente e Direttore Vendite e Marketing di Yokohama Iberia, Víctor Manuel Cañizares, ha assicurato che in questo modo il loro pneumatico inibisce le forature «rispetto ad altri marchi prestigiosi» e perciò «sono state necessarie meno unità per completare la gara quest’anno. Nell’ultima edizione meno del 50% dei concorrenti ha terminato il tragitto, il che significa che i nostri pneumatici hanno contribuito a finire la gara», conclude soddisfatto Cañizares.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati