Rally Passione Unica Ferrari, in Sud America nel segno del Cavallino Rampante [FOTO]

Rally Passione Unica Ferrari, un programma iniziato nel 2015

Il Ferrari Club Cile continua a promuovere l'evento che porta le supercar italiane nei luoghi più estremi del Sud America.

La passione per un marchio come Ferrari è davvero eccezionale, soprattutto nel nostro territorio. Ma con gli anni il Cavallino Rampante si è affermato in tutto il globo e diversi club sono nati per omaggiarlo. Tra questi il Ferrari Club Cile, che dal 2015 promuove l’evento “Rally Passione Unica Ferrari“. Non si tratta esattamente di un normale giro con la propria supercar firmata dagli stabilimenti di Maranello, bensì propone itinerari nel segno del Motorsport e per tale motivo si può parlare di “rally”.

Un incontro tradizionale dal 2015

A volere la realizzazione del “Rally Passione Unica Ferrari” è stato Roberto Busel, Presidente di Ferrari Club Cile, all’incirca tre anni fa. Le spettacolari strade del Sud America unite ad un’impeccabile organizzazione hanno fatto il resto e, ad oggi, è un evento molto apprezzato.

Lo scorso 9 Novembre si è così svolta la quarta edizione, tenutasi nella  località di Punta Arenas nel sud del Cile, è avvenuta in presenza delle autorità regionali, vedendo l’esposizione di vari modelli Ferrari: F12, FF, 328, GTS, 360  solo per citarne alcuni. Successivamente l’evento si è esteso a  Porto Natales e Torre del Paine, per  attraversare poi il confine ed arrivare in Argentina tra i vari scenari naturali, come Santa Cruz e il Glaciale Perito Moreno.

Complessivamente 30 macchine e più di 2500 chilometri di percorsi, nell’anno corrente, hanno dato vita alla quarta edizione del Rally Passione Unica Ferrari Patagonia 2018, chiudendo con una attività di beneficenza a favore di un’associazione trattante la riabilitazione infantile. L’incontro Ferrari più grande del Sud America ha visto la partecipazione di diversi seguaci dell’alta velocità, provenienti anche dalla Spagna e Perù.

Edizione 2019: si punta all’Iguazù

«Sono pochi i dettagli che possiamo svelare in questo momento, aspettando che il gruppo di Roberto Busel possa iniziare questa nuova avventura per sfidare i limiti delle vetture più famose nel mondo», si legge nel comunicato divulgato. Quel che si sa per il momento è che nel 2019 si toccherà anche l’Iguazù, parco nazionale situato al confine tra Argentina e Brasile, celebre per le sue 275 cascate alte sino a 70 metri e la folta vegetazione.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati