Monza Rally Show 2018 | Anche Rachele Somaschini all’evento, ma un debutto importante l’attende nel 2019

Rachele Somaschini scalda i motori per l'evento di Monza

Al Monza Rally Show 2018 troveremo la giovane Rachele Somaschini, che sarà a bordo della Peugeot 208 T16 R5 assieme a Sergio Marchetti. Ed intanto, si prospetta un debutto nel WRC il prossimo anno per la pilota milanese...
Monza Rally Show 2018 | Anche Rachele Somaschini all’evento, ma un debutto importante l’attende nel 2019

Nel weekend del ponte dell’Immacolata si rinnoverà l’appuntamento del Monza Rally Show 2018, la kermesse che sarà una vera e propria festa del motorsport sul circuito brianzolo (e che noi seguiremo con delle dirette). Tra i vari nomi che scenderanno in pista con le vetture da rally (tra cui, per la prima volta, le performanti WRC +) ci sarà anche Rachele Somaschini, prospetto della disciplina già in lotta nel Tricolore.

Rachele Somaschini scende in pista davanti al suo pubblico

Salty girl salirà a bordo di una Peugeot 208 T16 R5 – la stessa vettura, per inciso, trionfatrice nel Campionato Italiano Rally – di RS Team e preparata da Sportec Engineering, con gommatura Hankook. Per la 24enne sarà l’occasione di correre praticamente davanti al suo pubblico essendo originaria di Cusano Milanino, nonché il ritorno su pista dopo la recentissima avventura alla 24 Ore di Adria a bordo di una Seat Ibiza.
Somaschini è stata una delle protagoniste del Campionato Nazionale Rally di quest’anno, dove è stata in lotta sino all’ultimo per il titolo di campionessa nella competizione femminile. Capace di ottenere alcune affermazioni di rilievo come al Rallye Elba – con primato della categoria e podio nelle R2B – oltre agli ottimi piazzamenti nel suo esordio su sterrato al San Marino Rally, la pilota milanese che ha guidato in stagione sia la Peugeot 208 R2 che la Citroën DS3 R3T non è però riuscita a vincere il titolo femminile per uno scarto davvero minimo con la trionfatrice 2018, Corinne Federighi.

Punto e a capo e si riparte per una nuova stagione, iniziando a scaldare i motori nel particolare evento di Monza che fa incontrare l’autodromo con le vetture da rally. All’Eni Circuit Rachele Somaschini è legata per alcuni ricordi personali inerenti alla sua carriera, come spiega: «Il Monza per me è un po’ la gara di casa, quella nella quale ho debuttato al volante di una vettura storica nel 2013, e che ho già disputato in più occasioni». Gli esami però non finiscono mai: «Anche questa volta affronto una prova importante, quello del debutto al volante di una vettura di vertice, e per questo ho voluto avere al mio fianco una persona qualificata e preparata come Sergio Marchetti. Vorrei ringraziare tutte le persone ed i partner che mi hanno permesso di essere al via di questo importante appuntamento».

Il futuro di Rachele Somaschini e l’impegno per la ricerca

Marchetti è il team manager della Plus Rally Academy – Hankook Competition, la formazione di riferimento della Somaschini, e condividerà con la giovane pilota anche una tappa storica e straordinaria per la carriera della milanese: entrambi infatti saranno al via del Rallye di Montecarlo 2019, prestigiosa gara di apertura della stagione WRC. Un traguardo che la Captain Marvel dei rally nostrani taglierà a bordo della DS3 R3T e che promette di essere preludio di una carriera che, le auguriamo, possa essere luminosa nel mondo dei rally.«Io e Sergio faremo insieme il Monza Rally Show e poi il Montecarlo, il rally-mito per eccellenza. Nel Principato correremo con la Citroen DS3 R3T che ho già avuto modo di guidare nelle ultime prove del Tricolore 2018 e che vorrei portare in gara nel corso del 2019 in alcuni appuntamenti spot del Campionato Europeo, oltre che nel CIR».

Non sono pochi quindi gli obiettivi che si è posta la ragazza che prosegue, parallelamente al suo impegno come pilota, la sua campagna di sostegno e sensibilizzazione sui temi della ricerca medica. Nell’area hospitality del Paddock Rachele Somaschini sarà infatti assieme ai volontari della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus, eccellenza del non profit per quanto riguarda la lotta a questo chiuso morbo – con il quale la nostra pilota convive da quando è nata – e per cercare cure che possano almeno garantire uno standard di vita sempre più sereno, oltre a mirare alla possibilità di sconfiggere questa malattia genetica. La campagna #CorrerePerUnRespiro continua il suo percorso quindi anche a Monza, dove ci sarà la possibilità di finanziare la ricerca acquistando i panettoni della Fondazione e i gadget.

Qui per il programma completo e tutte le info sul Monza Rally Show 2018.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati