FIA WEC | Dempsey-Proton Racing privata di tutti i punti per una centralina manomessa

Per avere soste più brevi e veloci

Sembrerebbe immeritata la vittoria della Dempsey-Proton Racing alla 24 Ore di le Mans: una centralina che registra i tempi delle soste ai box è stata manomessa fin da Silverstone, facendo scattare la squalifica nel FIA World Endurance Championship.
FIA WEC | Dempsey-Proton Racing privata di tutti i punti per una centralina manomessa

Fioccano ancora le squalifiche nel FIA World Endurance Championship, ma stavolta è davvero pesante: il Dempsey-Proton Racing ha visto perdere tutti i punti acquisiti dall’inizio di stagione sino alla 6 Ore del Fuji per una centralina manomessa, che avrebbe falsificato alcune informazioni.

Guai per la Dempsey-Proton Racing: tolti i punti per una centralina manomessa

Lo scorso week-end si è corso a Shanghai l’ultimo appuntamento 2018 del Mondiale Endurance e alla squadra tedesca è arrivata una notifica ufficiale che comunicava la cancellazione di tutti i punti del campionato, oltre alla squalifica delle due Porsche in Giappone. La motivazione pare essere una manomissione alla centralina del rifornimento, che registra il tempo della sosta di ogni vettura per far rispettare i 45” imposti dal regolamento sportivo. Invece, Dempsey-Proton Racing avrebbe compiuto un’azione fraudolenta, toccando la suddetta centralina per occultare i propri pit-stop e rendendoli più veloci rispetto ai propri avversari. L’indagine dei commissari ha individuato che tutto ciò sarebbe cominciato già da Silverstone, quindi fin dal primo round della Super Season, e proseguita poi nelle restanti gare compresa la 24 Ore di Le Mans vinta proprio dai tedeschi.

Gli steward hanno anche citato una “mancata collaborazione nell’indagine”: lo scorso giovedì i membri del team erano stati convocati, non contestando le accuse ma affermando che il codice della centralina era stato aggiunto da un “consulente esterno”. L’identità dell’individuo non è stata però comunicata, così è scattata la squalifica. Ora la squadra ha presentato un appello con il quale vuole difendere la vittoria della 24 Ore, che gli permetterebbe di schierare quattro vetture il prossimo anno.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati