Formula E | Dragon promuove Gunther nel ruolo di pilota titolare

Il tedesco l'anno scorso è stato pilota di riserva del team americano

Formula E - Il duro lavoro svolto al simulatore ha ripagato Max Gunther: il tedesco, impegnato anche on Formula 2, sarà al via della quinta stagione
Formula E | Dragon promuove Gunther nel ruolo di pilota titolare

Dragon Racing ha annunciato il nome del pilota che scenderà in pista sulla vettura #6: si tratta di Max Gunther, promosso dal ruolo di pilota di riserva che ha ricoperto nel corso della passata stagione.

Il solidalizio tra la squadra di Jay Penske e Gunther, impegnato nella stagione 2018 di Formula 2 con il team Arden di Christian Horner, è iniziato a Gennaio, quando il pilota tedesco è sceso in pista nei Rookie Test di Marrakech accanto al nostro Andrea Caldarelli. Gunther ha poi proseguito un duro lavoro al simulatore, contribuendo in maniera significativa allo sviluppo della nuova vettura Gen2, equipaggiata con una power unit sviluppata in casa e denominata Penske EV-3.

La prova del nove è però stata nei test collettivi di Valencia: per mettere sotto pressione Gunther, Penske ha arruolato Antonio Fuoco, chiamato a dividere la vettura #6 con il tedesco, suo rivale anche in Formula 2. Fuoco ha ben figurato, ma poco poteva, data la grande esperienza di Gunther che, a differenza del pilota calabrese (al debutto su una monoposto elettrica), aveva già avuto modo di saggiare la nuova auto costruita da Spark.

Con l’annuncio del team Dragon, che in precedenza aveva già confermato l’ingaggio di Jose Maria Lopez, va così a completarsi lo schieramento di partenza della prima tappa di Ryad, prevista il 15 dicembre. Anche se resta da chiarire il motivo per cui Alexander Albon non è salito sulla seconda monoposto del team Nissan e.dams nei test collettivi di Valencia. Nessuno ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma si vocifera che il pilota anglo-tailandese abbia una clausola per scindere il contratto qualora dovesse firmare per una squadra di Formula 1. In questo senso pare che Helmut Marko, già mentore di Albon ai tempi del kart e della Formula Renault, si sia fatto risentire, offrendogli il sedile in Toro Rosso accanto a Daniil Kvyat. Se la trattativa dovesse andare in porto ecco che Alejandro Agag è pronto a finanziare di tasca propria la partecipazione di Fernando Alonso. Sono tutte suggestioni, che faranno tenere il fiato sospeso almeno fino al Gp di Abu Dhabi, quando verrà annunciata la seconda guida in Toro Rosso

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati