WTCR | Muller e Bjork conquistano Gara 2 e Gara 3 a Ningbo, ma Tarquini torna leader

La cronaca della domenica cinese

Il FIA World Touring Car Cup conclude il suo fine settimana in Cina con la seconda vittoria di Thed Bjork e il successo di Yvan Muller, ma ad approffitare della situazione è Gabriele Tarquini che torna in testa al campionato.
WTCR | Muller e Bjork conquistano Gara 2 e Gara 3 a Ningbo, ma Tarquini torna leader

Il fine settimana del FIA World Touring Car Cup a Ningbo si è concluso nel migliore dei modi per il nostro tricolore: Gabriele Tarquini, infatti, ha riconquistato la testa del campionato ai danni di Thed Björk e Yvan Muller, che hanno comunque vinto nelle ultime due manche.

FIA WTCR – Race of China, Gara 2: Muller torna al successo

Con l’inversione di griglia rispetto alla prima gara corsa al sabato, le carte in tavola si sono mescolate fin da subito. Alla fine, Muller ha conquistato una vittoria che mancava da Gara 1 in Portogallo, sfruttando una partenza lampo ai danni di Mehdi Bennani; il marocchino scattava dalla pole position, ma non è riuscito a tenere dietro il francese e si è accontentato del 2° posto finale. Sul podio sale anche Esteban Guerrieri, risalito dalla settima posizione in griglia e capace quindi di incanalare ben due top-3 in due corse. Ottima corsa invece per Denis Dupont, 4° e miglior risultato stagionale, che ha chiuso davanti a Rob Huff, Frederic Vervisch e Björk. Ritirato Tarquini per un contatto al primo giro, mentre Kevic Ceccon e Fabrizio Giovanardi sono 12° e 13° con l’Alfa Romeo.

FIA WTCR – Race of China, Gara 3: la spunta Bjork

Inarrestabile il week-end cinese di Björk, primo anche nella terza e ultima corsa di Ningbo. Lo svedese ha chiuso con quasi due secondi di vantaggio su Tarquini, che si è ripreso la vetta della serie con 241 punti contro i 233 del suo rivale della YMR e i 232 di Muller, ritiratosi all’8° giro. Fine settimana in salita per Dupont, salito al 3° posto e finalmente in gioco per la zona punti. Vervisch è 4°, seguito da Norbert Michelisz e Huff, mentre Pepe Oriola è 7°. Ancora fuori dai punti le Alfa Romeo, con Ceccon in 14esima piazza e Giovanardi fuori dai primi giri.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati