Formula E | Panasonic Jaguar Racing presenta la monoposto per la quinta stagione

Il team inglese ha confermato Piquet Jr ed Evans

Formula E - Con una cerimonia al RaceCar Museum di Londra, la squadra capitanata da James Barclay si è presentata al pubblico, annunciando i propri piani per la stagione cinque
Formula E | Panasonic Jaguar Racing presenta la monoposto per la quinta stagione

Dopo il neonato team BMW i Andretti Motorsport, ieri è stato il turno del team Panasonic Jaguar Racing, che ha svelato la livrea della propria vettura al RaceCar Museum di Londra.

La vettura

La Jaguar i-Type 3 sfrutta il telaio Gen2, in comune per tutte le squadre di Formula E, sviluppato da Spark in associazione con Dallara. La nuova livrea della monoposto riprende i colori delle stagioni precedenti, ma sfrutta alla perfezione le linee futuristiche del nuovo telaio. Il nuovo propulsore è più efficiente del 25% rispetto al precedente, nonostante il peso sia paragonabile, ed è in grado di sviluppare fino a 250kW. Inoltre, a partire da questa stagione, non sarà più necessario per i piloti cambiare vettura a metà gara, ma grazie ai nuovi propulsori e alle nuove batterie, le auto, non solo saranno più veloci, ma potranno percorrere l’intera distanza prevista di 45 minuti.

La squadra

Se la vettura e il motore sono cambiati, gli uomini del team Jaguar sono rimasti gli stessi. James Barclay rimane il Team Director, confermando i piloti ufficiali Nelson Piquet Jr e Mitch Evans, e Ho-Pin Tung nel ruolo di riserva. Un’entry list di tutto rispetto, ma la stagione cinque sarà cruciale per la squadra, che dopo l’impressionante salto qualità nella passata stagione, in cui ha compiuto un deciso step rispetto alla difficile prima annata nella categoria, è chiamata ad un ulteriore passo in avanti per capitalizzare finalmente il potenziale messo in mostra nella stagione quattro ed ottenere la prima agognata vittoria, che rappresenterebbe la giusta ricompensa dopo le due Pole Position messe a segno da Evans nei round di Roma e New York.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati