FIA F2 | Spa-Francorchamps 2018: Anteprima e Orari del weekend

La guida al round e come vederlo in tv

Riparte la Formula 2 e si avvia alle ultime gare di stagione, a partire da Spa-Francorchamps: ecco i dettagli sul programma, sugli orari, come vedere le prove del weekend in tv e i possibili favoriti
FIA F2 | Spa-Francorchamps 2018: Anteprima e Orari del weekend

Torna l’appuntamento con la Formula 2, che giunge al suo nono round stagionale, nonché quartultimo del 2018. Dal 24 al 26 agosto i giovani piloti sulle monoposto motorizzate Mecachrome correranno sul circuito di Spa-Francorchamps in Belgio, nel territorio delle Ardenne, dopo la pausa estiva (non lunghissima, a dire il vero). Vediamo il programma e gli orari, oltre a dare uno sguardo alla start list.

F2, Spa-Francorchamps: programma e orari

La prova si disputerà sul circuito di Spa-Francorchamps, inserito all’interno della foresta belga nonché tra i più antichi al mondo. Lungo 7,004 km, il tracciato è stato ritoccato nel corso degli anni ed ovviamente oggi appare molto diverso da quella pista inaugurata nel 1924, nonché decisamente meno pericoloso ma pur sempre difficile e ricco di fascino con i suoi settori simbolo, come le curve dell’Eau Rouge, con le sue salite ripide, e del Raiddillon.
Nel weekend della Formula 2 la feature race sarà composta da 25 giri per un totale di 175,100 km da percorrere, mentre la sprint race di domenica vedrà i piloti correre per 18 giri e 126,072 km totali.
Questo il programma completo con gli orari:

Venerdì 24 agosto:

12:55: Prove libere
16:55: Qualifiche

Sabato 25 agosto:

16:45: Feature Race

Domenica 26 agosto:

10:50: Sprint Race

Ricordiamo che le qualifiche di venerdì e le due gare di sabato e domenica saranno visibili in diretta su Sky Sport F1, canale 207 della pay tv.

F2, Spa-Francorchamps: dove eravamo rimasti con il campionato

Nel precedente round in Ungheria (qui e qui la cronaca di Gara 1 e 2) l’attuale leader George Russell ha confermato la sua prima posizione in vetta al campionato con 171 punti, ma in realtà l’avversario alle sue spalle Lando Norris ha accorciato ulteriormente le distanze per la prima posizione: il driver di Carlin Motorsport ora è a sole 12 lunghezze dal connazionale grazie al secondo e al quarto posto conquistati nel weekend dell’Hungaroring. Russell invece come miglior risultato nel precedente round ha ottenuto un ottavo piazzamento nella sprint race, mentre dei problemi al motore della sua monoposto (se un giorno i V6 Mecachrome verranno sostituiti probabilmente non saranno molti i piloti a rimpiangerli) lo hanno costretto al ritiro nella feature.
Il campionato insomma a quattro prove dalla fine è ancora aperto, con l’attuale leader che la pista belga la conosce bene avendoci vinto l’anno scorso in Gara 1, anche se allora correva nel GP3. D’altro canto Norris ha vinto lo stesso nelle Ardenne nel 2017 in ben due gare su tre del weekend, ma parliamo anche per lui di un altra serie, ovvero la Formula 3. In ogni caso entrambi i piloti sanno più o meno cosa affronteranno, e il portacolori di Carlin in particolare sarà spinto dalla motivazione di tentare il ribaltone in classifica e magari ottenere la seconda vittoria stagionale dopo il successo nel season opener del Bahrain.

Un po’ più attardato rispetto ai due in lotta per il vertice ma comunque pronto ad insidiarli, Alexander Albon di DAMS recita al momento il ruolo dell’outsider, sebbene sia a soli 18 punti da Norris e 30 da Russell. L’attuale terzo in campionato inoltre ha conquistato due vittorie nelle ultime quattro gare disputate (a Silverstone nella feature race e in Ungheria nella sprint). Bagarre invece al quarto posto dove troviamo tre piloti appaiati nello spazio di due punti, ovvero Artem Markelov (Russian Time) e il vincitore di Gara 1 in Ungheria Nick de Vries (Pertamina Prema Theodore Racing) a quota 114 e il nostro Antonio Fuoco (Charouz Racing System) incollato ai due avversari con 112 punti. L’italiano in particolare è salito su tre podi nelle ultime sei gare, anche se nelle ultime quattro è andato due volte a finire con zero punti, ma comunque Fuoco sta dimostrando tutto l’impegno per ripagare la fiducia del team che lo ha scelto quest’anno e ritagliarsi il proprio spazio nella F2.

Tra i possibili favoriti di Spa citiamo anche Sergio Sette Camara (Carlin), settimo in classifica e vincitore di Gara 2 l’anno scorso nelle Ardenne e Jack Aitken (ART Grand Prix), attualmente decimo e vincitore su questa pista nel 2016 nella GP3; attenzione anche all’altro italiano nella serie Luca Ghiotto (Campos Racing), che assieme a Louis Delétraz di Charouz compare nella top ten pur senza aver vinto ancora una gara: il nostro connazionale in particolare in Belgio ottenne l’anno scorso un secondo ed un terzo posto, gareggiando però per Russian Time.

Per quanto riguarda i team, in vetta troviamo attualmente Carlin Motorsport con 265 punti, seguita da ART Grand Prix con 232, mentre nelle due successive posizioni troviamo nell’ordine DAMS e Charouz Racing System, separate da un solo punto (175 a 174).

Infine arriva una novità nella start list della Formula 2 in occasione del round di Spa: MP Motorsport infatti schiererà il francese Dorian Boccolacci, che sostituirà Roberto Mehri, e che come Alessio Lorandi (sbarcato recentemente nella serie grazie a Trident, che si è sbarazzata di Santino Ferrucci) arriva dalla GP3.

Leggi altri articoli in Formula 2

Commenti chiusi

Articoli correlati