WRC2 | BRC Racing al Rally di Germania: Loubet cerca il podio

Il pilota francese sarà a bordo della Hyundai i20 R5

Dopo dei buoni piazzamenti e qualche difficoltà, Pierre-Louis Loubet e Vincent Landais sono determinati per fare del loro meglio sulla Hyundai i20 R5 preparata da BRC Racing Team al Rally di Germania
WRC2 | BRC Racing al Rally di Germania: Loubet cerca il podio

Proseguono i nostri approfondimenti sui possibili protagonisti della prossima prova del Mondiale WRC, il Rally di Germania, al via questo weekend. Oggi facciamo nuovamente un salto nel WRC2: dopo aver visto i preparativi in casa Citroen passiamo alla scuderia cliente di Hyundai BRC Racing Team, che sulle i20 R5 con gomme Michelin farà scendere sugli asfalti tedesco l’equipaggio del Team Oscaro, Pierre Louis Loubet e Vincent Landais.

Il percorso di Loubet e BRC Racing nella stagione 2018

«Sono impaziente e non vedo l’ora di iniziare questa nuova sfida, dove spero di poter stare nelle posizioni di vertice e lottare per il podio»: il francese è insomma pronto per dare battaglia nelle 18 speciali (per 325,76 km cronometrati) da disputare dal 16 al 19 agosto nel Länder del Saarland e di cui in precedenza abbiamo svelato tutti i dettagli dell’edizione 2018. Loubet nella sua carriera ebbe già a che fare con l’ADAC Rallye of Deutschland raccogliendo due quinti posti nel WRC2 in due anni consecutivi, ovvero nel 2016 e nel 2017. Nella corsa stagione una foratura compromise la sua gara e probabilmente un risultato diverso: d’altronde come ricorda lo stesso pilota «è necessario essere molto attenti e non attaccare troppo, in quanto l’errore può arrivare molto rapidamente»; inoltre «il Rally di Germania è una gara particolare con un sacco di cambiamenti di ritmo e diversi grip», appunta il transalpino.
Loubet in questa stagione gode del supporto della Federazione motosportiva francese per affrontare 7 round del WRC2 e due gare dell’ERC (nelle Isole Azzorre e Canarie, piuttosto accidentati per il pilota ma utili più che altro per fare esperienza): il suo personal best nel Mondiale 2018 è stato il quarto posto di categoria al Rally di Portogallo, mentre in Corsica ha ottenuto un sesto posto e in Finlandia un quinto, sempre nel WRC2. Più sfortunata l’avventura al Rally Italia Sardegna, dove ha dovuto fare i conti con un ritiro per problemi tecnici.
Il giovane figlio d’arte (suo padre Yves è stato campione europeo nel 1989) attualmente occupa il nono posto della classifica piloti della categoria cadetta con 30 punti, uno in meno di Fabio Andolfi che lo precede ed uno in più di Takamoto Katsuta che invece lo segue: la lotta insomma è ancora serrata e combattuta nella parte bassa della top ten, mentre BRC Racing con 36 punti staziona anch’essa all’ottavo posto, a sole due lunghezze da S.A. Motorsport Italia SR che si trova invece al settimo.
Dopo aver corso a bordo della Hyundai i20 R5 preparata dalla squadra di Cherasco (con cui il francese instaurò il feeling giusto in un test a novembre, che lo spinse in questa stagione ad abbandonare la Ford Fiesta per la vettura coreana) tra i vigneti della Mosella e i tracciati delle esercitazioni militari della base di Baumholder, Loubet e Landais disputeranno nel finale di questo 2018 le ultime due prove restanti del loro programma, nel Galles (ad inizio ottobre) e in Catalogna (a fine ottobre).

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati