WRC2 | La Citroen C3 R5 torna sull’asfalto al Rally di Germania 2018

Schierati i piloti Lefebvre, Tempestini e il rientrante Bonato

Il Rally di Germania riporta gli equipaggi WRC sull'asfalto: la Citroen C3 R5, impegnata nel WRC2, conta di ripetere gli ottimi risultati raccolti su questo tipo di fondo nella precedente prova in Corsica
WRC2 | La Citroen C3 R5 torna sull’asfalto al Rally di Germania 2018

Tra poche settimane il Mondiale Rally torna sull’asfalto dopo quattro prove consecutive su sterrato: il Rally di Germania che si terrà dal 16 al 19 agosto offrirà in particolare alla Citroen C3 R5 l’occasione di ritornare a gareggiare su un fondo dove l’ultima volta, al Tour de Corse, ottenne il primo podio assoluto nel WRC2 al suo debutto in società. Citroen Racing schiererà per l’occasione l’equipaggio ufficiale formato da Stéphane Lefebvre e Gabin Moreau, assieme a Simone Tempestini e Sergiu Itu. Ma in Germania ci saranno anche per l’occasione gli attuali campioni nazionali francesi Yoann Bonato e Benjamin Boulloud, che tornano a bordo della C3 R5 dopo la prova in Corsica.

Gli asfalti del Rally di Germania 2018

Facendo un passo indietro, la Citroen C3 R5 ha debuttato ufficialmente sull’asfalto lo scorso aprile al Tour de Corse, andando subito a centro nel WRC2 con un secondo posto ottenuto da Bonato e Boulloud, mentre Lefebvre ha dovuto fare i conti con un errore che lo spinse al ritiro. L’auto, comunque, si è dimostrata subito competitiva sul fondo stradale, ottenenendo dei buoni risultati anche nel Rallye Lyon-Charbonnières-Rhône del Campionato Francese.
Ora l’obiettivo è di rinverdire i fasti in Germania, dove le predecessori della C3 R5 come la Xsara, la C4 e la DS3 WRC conquistarono dodici vittorie nelle prove speciali, undici di esse nel WRC. La competizione all’ADAC Rallye Deutschland non sarà ovviamente da prendere sottogamba, con una prima giornata attraverso i vigneti della Valle della Mosella (regione appunto rinomata per i suoi vini), paesaggi che non dovranno certo distrarre i piloti visto che saranno necessarie doti di estrema precisione alla guida e accuratezza nelle note. Da segnalare inoltre nella giornata di sabato la prova nella cornice della famosa base militare di Baumholder, avamposto americano tradizionalmente casa della 170esima Brigata di Fanteria ma che, nell’ambito di un taglio dei costi deciso dal Pentagono, è al centro di un’opera di razionalizzazione dal 2012, con i suoi soldati trasferiti o riportati indietro in America ed altre unità stazionate a loro volta a Baumholder.
Tornando alla gara, le strade utilizzate in genere dai carri armati per le esercitazioni richiederanno un attenta considerazione dei pneumatici da usare in gara, in quella che sarà la giornata più lunga con 150,12 km da affrontate su otto speciali. Altra incognita saranno sicuramente le condizioni meteo, in questo periodo abbastanza instabili nella zona.
Prima di affrontare il Rally di Germania gli equipaggi comunque potranno misurarsi con due giorni di pratica sulle strade dell’Alsazia, abbastanza simili a quelle che affronteranno in seguito, per mettere a punto il set up. Stéphane Lefebvre e Gabin Moreau hanno già avuto modo di confrontarsi con questa prova in tre delle ultime quattro edizioni. Assieme alla coppia Bonato-Boulloud e Tempestini-Itu (questi ultimi ricordiamo già vincitori del Citroen Ultimate Challenge 2017, mentre il pilota vinse proprio in Germania nel 2016, anno in cui si laureò campione Junior WRC) sono pronti a riconquistare posizioni nel WRC2: ma la sfida imposta sarà differente da quella precedentemente affrontata in Corsica.

Budar: “Lefebvre e Bonato hanno le potenzialità per fare bene in Germania”

Come spiega infatti Pierre Budar, il Team Principal di Citroen Racing, «Le C3 R5 dovranno vedersela con un tipo di asfalto totalmente diverso da quello del Tour de Corse. Quello di Germania è praticamente tre rally in uno, con i vigneti del primo giorno, il cemento della base militare nel secondo e le successive altre PS che attraversano i campi».
Lefebvre, che ha come miglior risultato un decimo posto nel 2015, commenta: «Potrà sembrare strano dato il mio incidente avvenuto qui nel 2016 [il pilota si riferisce alla spaventosa uscita di strada, a più di 160 km/h, nella Panzerplatte, dove l’allora DS3 WRC finì completamente distrutta ma fortunatamente l’equipaggio se la cavò con delle lesioni, visto l’entità dello schianto, ndr], ma il Rally di Germania è sicuramente uno dei preferiti. Qui vinsi il titolo JWRC nel 2014 ed iniziai bene nel WRC proprio su queste strade nel 2015. Mi piace la varietà di questa gara. Come sempre, ci troviamo di fronte a una forte concorrenza, ma credo fermamente che possiamo ottenere un buon risultato. E senz’altro darò il massimo per far sì che ciò accada».
Gli fa eco Budar: «Pare si tratti di un’altra grande sfida, ma Stéphane e Yoann, in particolar modo, hanno dato già prova di come se la cavano bene in queste condizioni, e hanno il potenziale per fare del loro meglio»

Rally di Germania 2018, il programma

Giovedì 16 agosto

8.00am: Shakedown St. Wendel (5,52 km)

2.45pm: Start (Bostalsee)

7.08pm: SS 1 – Super Special Stage St. Wendel (2,04 km)

7.48pm: Parc fermé

Venerdì 17 agosto

9.00am: Service A (Bostalsee – 15 min)

10.11am: SS 2 – Stein und Wein 1 (19,44 km)

11.05am: SS 3 – Mittelmosel 1 (22,00 km)

12.53pm: SS 4 – Wadern-Weiskirchen 1 (9,27 km)

2.13pm: Service B (Bostalsee – 30 min)

3.39pm: SS 5 – Stein und Wein 2 (19,44 km)

4.33pm: SS 6 – Mittelmosel 2 (22,00 km)

6.21pm: SS 7 – Wadern-Weiskirchen 2 (9,27 km)

7.21pm: Flexi service C (Bostalsee – 48 min)

Sabato 18 agosto

7.35am: Service D (Bostalsee – 15 min)

8.48am: SS 8 – Arena Panzerplatte 1 (9,43 km)

9.15am: SS 9 – Panzerplatte 1 (38,57 km)

11.03am: SS 10 – Freisen 1 (14,78 km)

12.06pm: SS 11 – Römerstrasse 1 (12,28 km)

1.40pm: Service E (Bostalsee – 30 min)

3.08pm: SS 12 – Arena Panzerplatte 2 (9,43 km)

3.35pm: SS 13 – Panzerplatte 2 (38,57 km)

5.23pm: SS 14 – Freisen 2 (14,78 km)

6.26pm: SS 15 – Römerstrasse 2 (12,28 km)

7.40pm: Flexi service F (Bostalsee – 48 min)

Domenica 19 agosto

6.20am: Service G (Bostalsee – 15 min)

7.49am: SS 16 – Grafschaft 1 (29,07 km)

9.42am: ES 17 – Grafschaft 2 (29,07 km)

12.18pm: SS 18 – Bosenberg Power Stage (14,04 km)

1.00pm: Cerimonia di premiazione

 

Crediti Immagine di Copertina: Ufficio Stampa Citroen

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati