Rallycross | Kristoffersson vince in Canada, sul podio le Peugeot

Lo svedese primo seguito da Hansen e Loeb

Sempre più leader del Mondiale Rallycross 2018, Johan Kristoffersson vince anche il GP di di Trois-Rivieres in Canada. Salgono sul podio le due Peugeot di Timmy Hansen e Sébastien Loeb
Rallycross | Kristoffersson vince in  Canada, sul podio le Peugeot

Sei su sette: Johan Kristoffersson imprime ancora una volta il suo sigillo sul mondiale Rallycross 2018, conquistando anche la tappa canadese di Trois-Riviers disputata il weekend appena trascorso, primo appuntamento di stagione in Nord America. Lo svedese di PSRX Volkswagen continua così la sua marcia trionfale arrivando alla sua quarta vittoria consecutiva ed allungando ulteriormente in classifica. Dietro di lui sale sul podio la doppietta firmata Team Peugeot Total con Timmy Hansen e Sébastien Loeb, rispettivamente secondo e terzo nella fase finale.

I piazzamenti della tappa in Canada del Rallycross 2018 e dell’ARC

Pensare che per Kristoffersson le prime due qualifiche del weekend al GP di Trois-Rivieres non erano andate al meglio, dove si è dovuto accontentare del fondo della top ten, per poi invece svettare nella classifica intermedia e fare man bassa di vittorie nella prima semifinale e nella finale. Accanto alla Volkswagen Polo R nella prima fila della finale si trovava la Peugeot 208 WRX di Timmy Hansen, seguito dal compagno di squadra Loeb nella seconda fila e dall’altro pilota del team PSRX Petter Solberg, poi classificatosi al quinto posto, preceduto da Mattias Ekstrom di EKS Audi Sport. Chiude la top six Janis Baumanis su Ford Fiesta Supercar, che per la prima volta entra in una finale e regala una soddisfazione ulteriore al suo team STARD conquistando il Monster Energy Supercharge Award, riservato ai piloti con il miglior tempo di reazione allo start.
Il WRX del Canada assicura quindi una leadership sempre più salda sia per Kristoffersson che per PSRX Volkswagen: il primo guida con 195 punti la classifica piloti, 55 lunghezze sopra la coppia a parimerito formata da Sèbastien Loeb, unico ad interrompere il monologo dello svedese nel saldo delle vittorie stagionali con la conquista della tappa in Belgio, e Timmy Hansen, mentre nelle posizioni riservate ai team PSRX è al primo posto con 334 punti, 54 in più del Team Peugeot Total, a sua volta a sette lunghezze di distanza dai rivali di EKS Audi Sport.

Per quanto riguarda gli altri piazzamenti in Canada, Niclas Gronholm di GRX Taneco ha concluso al quarto posto nella prima semifinale davanti a Kevin Eriksson (Olsbergs MSE) e Timur Timerzyanov (GRX). Nella seconda semifinale Andreas Bakkerud di EKS Audi Sport ha preso subito il comando della gara ma un danno alla sospensione posteriore sinistra della sua Audi S1 lo ha fatto terminare quarto. Ritiri per Kevin Hansen del Team Peugeot Total e Robin Larsson di Olsbergs MSE.
Infine, il terzo round dell’Americas Rallycross Championship, abbinato al WRX nella tappa in Canada, è stato vinto da Scott Speed (Volkswagen Andretti Rallycross), seguito dal compagno di squadra Tanner Foust e da Ken Block (Loenbro Hoonigan).

Rallycross Canada, Trois-Rivieres: le dichiarazioni dopo l’evento

Conscio di aver avuto un sabato molto avaro di soddisfazioni,  Johan Kristoffersson ammette di aver aver dovuto faticare non poco per la vittoria. «Ho fronteggiato un po’ di traffico davanti nelle prime due qualifiche», sostiene, rivelando di non aver avuto il feeling giusto con la vettura nella sezione su sterrato del warm-up: deve perciò ringraziare, ammette, il team e il compagno di squadra Solberg per l’aiuto. «La mia partenza nella semifinale era buona, non si può dire lo stesso nella finale, ma neppure Timmy Hansen la ha avuta. […] Peugeot ci ha fatto penare in questo weekend perciò devo approfittare di quanti più punti possa raccogliere».
Il più grande dei fratelli Hansen ha riconosciuto invece l’ottimo feeling con la Peugeot 208 WRX, più di quanto non fosse avvenuto in Svezia. «La semifinale è stato qualcosa di assurdo, Bakkerud che cercava di prendersi i primi posti alla partenza partendo dalla seconda fila era qualcosa che non potevamo prevedere, ma ho imboccato il joker lap al momento giusto per ottenere un buon piazzamento» sostiene, e svela: «Ho avuto un bel momento nel primo giro e volevo fare le cose in sicurezza perchè era da molto che non salivo su un podio [dal terzo posto conquistato in Belgio a maggio, ndr]. Abbiamo però ancora molto lavoro da fare e c’è ancora un po’ di strada da percorrere. Si è trattato comunque di un buon weekend e sono felice di condividere il podio con Sébastien».
A proposito del francese, il pluricampione WRC aveva primeggiato nella qualifiche di sabato, ma le cose si sono messe diversamente domenica: un weekend di alti e bassi, come riconosce lo stesso Loeb, «come avviene di solito nel Rallycross». Ed analizza: «Sabato è stata una giornata perfetta, con la vittoria nella Q1 e nella Q2 grazie ad un buon ritmo e ad una vettura che è andata perfettamente, ma il giorno dopo le cose non sono andate bene. Ho avuto un contatto con Ekstrom nella Q3 e sono finito secondo. Non ho avuto una buona partenza nella semifinale e poi nell’ultima curva ho fatto un errore. In ogni caso, partire dall’ultima fila in griglia finale e chiudere al secondo posto non è male. E ovviamente sono felice di condividere il podio con Timmy».

 

Crediti Immagine di Copertina: (c) FIA

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati