WRC | Prove di fuga in campionato per Hyundai nell’ostico Rally di Finlandia

Hyundai a caccia del primo podio in Finlandia

Hyundai Motorsport riparte nel WRC con l'obiettivo di controllare il suo vantaggio tra i costruttori e i piloti. Ma il Rally di Finlandia non è mai stato favorevole al team: ora bisogna invertire la rotta
WRC | Prove di fuga in campionato per Hyundai nell’ostico Rally di Finlandia

Con lo shakedown di oggi e la superspeciale di stasera si apre il Rally di Finlandia, ottavo appuntamento del Mondiale WRC. Chi sbarca in terra scandinava con i favori del pronostico è Hyundai, che dopo i due successi in due round consecutivi, tra cui l’ultimo al Rally Italia Sardegna, cerca di allungare il passo nella classifica team e piloti, magari ottenendo il primo podio in Finlandia, impresa fino ad ora mai riuscita dalla divisione Motorsport della casa coreana.

Il già Rally dei Mille Laghi rappresenterà l’ultimo di quattro appuntamenti consecutivi su sterrato nonché la più veloce del WRC, con un record di ben 11 eventi su 12 caratterizzati dalla più alta velocità media registrata nella storia del Mondiale, oltre ad essere noto per i vari salti disseminati lungo il percorso. Percorso che quest’anno ha subito delle modifiche profonde, con il 21,4% del tracciato aggiornato sino a renderlo inedito (per un totale di 68 km nuovi di zecca), nonché due speciali da percorrere nel senso inverso rispetto a quanto avveniva in passato. Infine il Rally di Finlandia è uno degli appuntamenti in cui le ricognizioni e il lavoro dei navigatori si fanno ancora più preziosi, perché è fondamentale, viste anche le alte velocità, avere delle indicazioni e delle note quanto più puntuali e precise, oltre a conoscere a menadito il percorso.

Hyundai e il difficile ruolo della favorita apripista

Non male insomma come rientro dalle vacanze, soprattutto se hai qualche pressione come di solito avviene a chi è leader delle classifiche team e piloti e sarà costretto a fare da battistrada e pulire il tracciato, come toccherà all’equipaggio vincitore del Rally di Portogallo e dell’Italia Sardegna 2018 Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul. Non a casa Hyundai ha apportato alla i20 Coupé WRC delle modifiche al differenziale centrale, perché da adesso sino alla fine della stagione nulla può essere lasciato al caso. La divisione Motorsport infatti guida la classifica costruttori con 212 punti, 27 in più dei rivali di M-Sport, mentre il pilota belga è in testa con 149 punti, 28 lunghezze in più del diretto avversario Sébastien Ogier. Gli altri equipaggi in gara, ovvero Andreas Mikkelsen con Anders Jæger (autori di una partenza sprint al Rally Italia) ed Hayden Paddon con Seb Marshall, avranno anch’essi l’obiettivo di centrare il podio finale e portare preziosi punti per il proseguo del campionato di Hyundai.
Inoltre la casa coreana sarà presente con nel WRC2 con la coppia del Driver Development Program della divisione Motorsport, ovvero Jari Huttunen e Antti Linnaketo, i due giovani piloti di casa che parteciperanno così alla loro quarta prova stagionale (dopo quelle in Svezia, Messico e Portogallo) a bordo della Hyundai i20 R5.

Nandan: “Dobbiamo conquistare punti preziosi per il campionato”

Il Team Principal Michel Nandan ha ammesso che la squadra freme dal ritornare in gara nel WRC dopo la pausa estiva: «Abbiamo avuto modo di riflettere sulla prima parte di stagione, molto positiva, ma sappiamo che c’è ancora molto lavoro da fare, a cominciare proprio dalla Finlandia». In passato il Finlandia non ha dato i risultati sperati a Hyundai (dall’anno del suo debutto nel WRC, nel 2000, mai una vittoria in questa prova), «ma faremo di tutto perché le cose cambino» spiega Nandan, che avverte: «Non diamo la nostra posizione in classifica per scontata perché i nostri avversari daranno sicuramente il massimo e perché la sorte può cambiare. Ovviamente ci piacerebbe molto raggiungere il podio, ma è più importante che le nostre vetture conquistino punti preziosi».

La strada, dopo lo shakedown di oggi, sembra un tantino in salita, ma il Rally di Finlandia deve ancora iniziare sul serio.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati