Blancpain | Patrese e Depailler presenti alla 24 Ore di Spa con Honda

Due grandi volti per la corsa belga

Il Blancpain GT Series e la 24 Ore di Spa-Francorchamps avrà due protagonisti in più di alto livello: si tratta di Loic Depailler, figlio del compianto Patrick e giornalista francese, e del nostro Riccardo Patrese, grande ex della Formula 1.
Blancpain | Patrese e Depailler presenti alla 24 Ore di Spa con Honda

La 24 Ore di Spa-Francorchamps, in programma dal 26 al 29 luglio e all’interno del calendario del Blancpain GT Series Endurance Cup, avrà due protagonisti in più: Loic Depailler e Riccardo Patrese, che ritorna a correre dopo anni dalla sua ultima presenza in pista.

Riccardo Patrese e Loic Depailler, due ospiti d’eccezione alla 24 Ore di Spa

La coppia correrà con una Honda NSX GT3 della Castrol Honda Racing e si alternerà ai piloti ufficiali Bertrand Baguette ed Esteban Guerrieri. All’età di 64 anni Patrese tornerà a rimettersi in discussione, dopo aver trascorso diciassette anni nel motorsport e vincendo sia in Formula 1 che nel Campionato Sport Prototipi. Diventato il primo pilota sulla griglia di partenza in 200 Gran Premi di Formula 1, l’italiano ha conseguito sei vittorie salendo sul podio per ben 37 volte. Nella sua brillante carriera ha collezionato il 2° posto nel Campionato Mondiale del 1992 e una fantastica vittoria nella 1.000 km di Spa del 1985. Il francese Loic è meglio conosciuto come il co-editore della rivista Top Gear in Francia ed è uno dei giornalisti più noti nella sua terra. Figlio d’arte – suo padre è il compianto Patrick Depailler –, Loic ha gareggiato a tempo pieno nella Formula Renault negli anni ’90, passando poi alle vetture sportive salendo sul podio ben sei volte nella Sports Car Cup della FIA in Europa e nel Grand-Am negli Stati Uniti. In questi ultimi anni ha partecipato a numerose competizioni automobilistiche prestigiose come la GT Cup e la Clio Cup in Francia, oltre che nella Le Mans Classic.

Le dichiarazioni di Patrese in vista della 24 Ore

Nel mese scorso i due hanno familiarizzato con la NSX GT3 sul circuito italiano di Cervesina e nelle prove ufficiali della 24 Ore di Spa la settimana successiva. «Spa-Francorchamps è uno dei miei circuiti preferiti da tempo immemorabile» – ha dichiarato Patrese – «Pensavo che la mia ultima corsa qui fosse quella disputata 25 anni fa, invece quando mi è stata data la possibilità di unirmi al team Castrol Honda Racing e di guidare una vettura così entusiasmante come NSX GT3 non ho potuto rifiutare. Non sono ancora stato al volante dell’auto abbastanza a lungo, quindi imparo qualcosa a ogni giro, ma sono entusiasta all’idea della gara, dell’auto e di lavorare di nuovo con un team».

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati