CIR

CIR | Rally di Roma Capitale 2018, presentata la sesta edizione

La prova sarà valida anche per il FIA European Rally Championship

Presentato oggi nella sede centrale dell'ACI il Rally di Roma Capitale 2018, sesto appuntamento del CIR e quinto dell'ERC. Si parte dalla Capitale per finire ad Ostia, novità di quest'anno
CIR | Rally di Roma Capitale 2018, presentata la sesta edizione

Presentazione in grande stile stamane per la sesta edizione del Rally di Roma Capitale, valido sia per per il Campionato Italiano che per il FIA European Rally Championship, di scena il prossimo 19-22 luglio nella Città Eterna. La sede dell’Automobile Club d’Italia nella capitale è stata infatti la cornice scelta per illustrare i dettagli dell’evento, che varrà anche per il Due Ruote Motrici, il Campionato Junior e i monomarca Suzuki Rally Trophy, Renault Clio R3, Twingo R1 e Peugeot Competion Top 208. Insomma, un programma ricco che combina il meglio delle nostre competizioni nazionali rally e il massimo torneo di disciplina europeo.

Le anticipazioni sul programma del Rally di Roma Capitale 2018

Organizzato da Motorsport Italia con il coordinamento del già campione nazionale e mondiale Rally Produzione Max Rendina, il Rally di Roma Capitale 2018 è stato quindi presentato stamane in una conferenza stampa dove era presente un parterre composto dal Presidente dell’Automobile Club D’Italia Angelo Sticchi Damiani, la Presidente dell’Automobile Club di Roma Giuseppina Fusco, il Direttore Generale di Acisport Service Marco Rogano, il Consigliere della Regione Lazio nonché Presidente della Commissione consiliare permanente Cultura, spettacolo sport, turismo Pasquale Ciacciarelli e il Sindaco di Pico Ornella Carnevale, un Comune in provincia di Frosinone già teatro del Rally omonimo e che anche quest’anno “presta” le sue strade alla sesta prova del CIR e quinta dell’ERC.
Non a caso buona parte del territorio laziale sarà protagonista del Rally di Roma Capitale, perché oltre alla già citata Pico le prove speciali si terranno anche nella zona di Fiuggi e in altre località a sud dell’Urbe: l’occasione è infatti ghiotta per valorizzare un territorio che per la seconda volta ospiterà una prova di livello internazionale come l’ERC. Trapela inoltre la novità dell’inedita speciale sul Lungomare di Ostia, che domenica 22 alle 19.18 chiuderà il programma.
Prima di arrivare nella frazione litoranea la gara partirà venerdì 20 luglio da Piazza Adriana in Roma, con la cerimonia di partenza. Da lì gli equipaggi si muoveranno per la Capitale alla volta dell’EUR (già teatro della Formula E quest’anno), per la prima prova spettacolo che vedrà le vetture sfidarsi a coppie sullo sfondo del Palazzo della Civiltà Italiana, cornice iconica del Rally della Capitale. Sabato 21 invece sarà la volta di Fiuggi e dintorni e con il Frusinate a fare la parte da leone, mentre domenica la summenzionata conclusione ad Ostia e la cerimonia finale.
Il tutto sarà valorizzato da una copertura mediatica di livello, con Eurosport che dedicherà all’ERC servizi ad hoc su tre canali per una trasmissione che copre 54 Paesi europei e un totale di 136 milioni di utenti.

Sticchi Damiani: “L’ingresso nell’ERC del Rally di Roma Capitale segno del valore del nostro motorsport”

Max Rendina ha approfittato dell’occasione della conferenza stampa per ringrazia la Federazione e tutto lo staff che lo coadiuva nel coordinamento dell’evento «senza i quali non sarebbe stato possibile dare vita d un evento che tocca ben 56 comuni», sottolinea il pilota che si considera «solo un capogruppo» di un progetto così vasto. E aggiunge: «I miei ringraziamenti vanno poi ai miei sponsor e al Rally di Pico che ci ha affiancato. Un ruolo fondamentale va riconosciuto anche i municipi della zona EUR e di Ostia. Sarà una gara difficile, ma studiata in maniera che tutto si svolga nella massima sicurezza per i piloti e per il pubblico».
Infine il Presidente ACI Sticchi Damiani ha voluto rimarcare il valore del Rally di Roma Capitale, riconosciuto dalla FIA che dal 2017 l’ha scelto per ospitare una tappa del Campionato Europeo. «E’ un altro segno del valore che sta assumendo il nostro paese motorsport a livello internazionale, della grande collaborazione con FIA ci ha voluti premiare con questo grande riconoscimento», specifica. E ricambia i ringraziamenti del coordinatore dell’evento: «Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la passione e l’impegno di Max Rendina nell’organizzazione di questo evento, riuscendo a coinvolgere tutta Roma e tutte le sue istituzioni, facendo sì che la gara passasse e si sviluppasse nei luoghi più importanti della nostra Capitale. Siamo convinti che anche quest’anno sarà un grande successo».

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati