Bosch al fianco dei giovani ingegneri della Formula SAE

Bosch Italia presente all'Autodromo Riccardo Paletti

Sguardo al futuro importante quello di Bosch Italia, che con il reparto HR e Gian Maria Gabbiani come testimonial, seguirà i giovani della Formula SAE.
Bosch al fianco dei giovani ingegneri della Formula SAE

La 14esima edizione della Formula SAE Italy, che comprende Formula Electric Italy & Formula Driverless, vedrà l’impegno su pista di Bosch Italia. La grande kermesse per le giovani promesse ingegneristiche del Motorsport chiama ogni anno tutte le università del Mondo per una settimana ricca di sfide, con l’obiettivo di imparare gli uni dagli altri e perfezionare le proprie monoposto.

Una sfida per oltre 80 team mondiali

Così dall’11 al 15 luglio presso l’Autodromo “Riccardo Paletti” di Varano de’ Melegari (PR) si incontreranno 87 team (67 europei, di cui 14 italiani) provenienti da 26 Paesi, per un totale di circa 2.600 studenti. Alla cerimonia d’apertura, mercoledì 11 luglio, sarà presente il pilota Gian Maria Gabbiani, testimonial del progetto Bosch “Allenarsi per il Futuro”, dedicato alla formazione, all’orientamento e all’alternanza scuola-lavoro dei giovani. Il pilota, attraverso la metafora dello sport, racconterà ai ragazzi che con la volontà e l’impegno si possono raggiungere importanti risultati, nella vita così come nel mondo del lavoro. I futuri ingegneri, impegnati nella progettazione e realizzazione di monoposto da competizione – secondo il regolamento della SAE International – si sfideranno in due tipologie di prove: quelle statiche (Design, Business e Cost), per vagliare le conoscenze tecniche di ciascun team. Quelle dinamiche (Acceleration, Skid Pad, Autocross, Endurance) per mettere alla prova, su pista, i prototipi realizzati. Nella giuria che valuterà i progetti nel corso delle prove statiche, saranno presenti sette ingegneri Bosch: uno per il Design event, due per la Business presentation e quattro per il Cost event.

Ad ognuno la propria categoria

I team saranno suddivisi in quattro categorie: Classe 1C (vetture a combustione interna), Classe 1E (vetture a trazione elettrica), Classe 3 (categoria dedicata unicamente alla valutazione progettuale, senza presentazione di prototipi) e Classe Driverless (guida autonoma), la vera novità di quest’anno. La manifestazione rappresenta per gli studenti un’importante opportunità per testare le proprie capacità, mettendosi alla prova davanti a specialisti del settore, ma anche per muovere i primi passi nel mondo del lavoro. I referenti del servizio risorse umane di Bosch Italia saranno presenti con un corner dedicato, attenti a individuare gli studenti più talentuosi. Il contatto fra azienda e giovani è da sempre al centro delle attività di selezione di Bosch.

Ai ragazzi dunque, il compito di dimostrare il proprio valore aggiunto in termini di visione, motivazione, determinazione e capacità pratica, unendo la passione per la tecnologia e i motori con le qualità necessarie per avvicinarsi concretamente al mondo del lavoro.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati