CIR

CIR | Andreucci e Campedelli prima del San Marino Rally: “Sarà molto insidioso” [VIDEO]

Le dichiarazioni alla vigilia dello start odierno del San Marino Rally

Due tra i piloti più in vista del CIR, Paolo Andreucci e Simone Campedelli, offrono le loro impressioni prima del via ufficiale della gara, tra le difficoltà degli sterrati, il feeling con la vettura, la lotta con i piloti del Tricolore Terra e qualche perplessità sulla prima giornata di gare
CIR | Andreucci e Campedelli prima del San Marino Rally: “Sarà molto insidioso” [VIDEO]

Parte oggi la 46esima edizione del San Marino Rally, quinto round del Campionato Italiano e primo della stagione su terra: non a caso torna sulle strade del Titano e della Romagna anche il Tricolore Terra, giunto alla terza prova in calendario e che si disputa in contemporanea.
Poco prima dell’avvio ufficiale delle competizioni, previsto all’incirca alle 15 di questo pomeriggio, due dei protagonisti più attesi del CIR hanno fornito le loro impressioni, ovvero Paolo Andreucci e Simone Campedelli.

Andreucci: “Sarà interessante vedere la lotta tra piloti CIR e Terra al San Marino Rally”

Andreucci, il cui video completo con le sue dichiarazioni lo trovate in testa all’articolo, giunge da iperfavorito nel primo atto di questo ideale girone di ritorno che comprende le ultime quattro gare del 2018. Il dieci volte campione nazionale rally, metà dell’inossidabile coppia Ucci-Ussi con Anna Andreussi alle note a bordo della Peugeot 208 T16, guida attualmente la classifica generale con 57 punti, a 25 lunghezze di distanza dal più diretto inseguitore, ovvero il vincitore del San Marino Rally 2017 Umberto Scandola. Dopo aver testato la terra al recente Rally dei Nuraghi e del Vermentino, il pilota toscano ci ha confermato in una intervista che ci ha concesso qualche settimana fa che il team ha messo a punto la vettura con nuove soluzioni e diverse ammortizzazioni, per renderla competitiva anche sugli sterrati. Nelle parole che ha rilasciato questa mattina, in occasione dello shakedown, parla dell’inedita sfida tra le vetture del CIR e quelle del Campionato Terra.

Campedelli: “Peccato per la prima tappa, non degna del San Marino Rally”

Attualmente quarto in classifica, a 35 punti di distanza da Andreucci, troviamo Simone Campedelli, navigato da Tania Canton sulla Ford Fiesta R5 preparata per Vieffecorse. Il pilota in forze all’Orange1 Racing ha recentemente dichiarato di voler riprendere il feeling giusto con la vettura soprattutto con il fondo su terra, dopo i primi due appuntamenti del CIR andati per il verso giusto e la sfortuna che invece ha colto l’equipaggio su Fiesta R5 in Sicilia e soprattutto all’Elba, dove la prima giornata in testa è stata vanificata dalla rottura di una sospensione che ha compromesso tutta la gara. Ora la grande chance sulla terra, anche se non sarà facile come ammette lo stesso Campedelli: «Il San Marino è una prova ricca di insidie, e non bisognerà sottovalutare anche l’aspetto forature» ammette, magari cercando di esorcizzare gli scenari peggiori. Inoltre esprime qualche perplessità per la prima giornata di gara: nel video qui di seguito spiega il perché.

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati