CIR

CIR | Skoda al San Marino Rally: Scandola pronto a dominare gli sterrati

La terra esalta il pilota veronese su Skoda Fabia R5

CIR Il San Marino Rally 2018 rappresenta una occasione importante per Skoda Italia Motorsport che punta alla vittoria con Umberto Scandola e Guido D'Amore: la vettura è pronta per affrontare gli sterrati della quinta prova stagionale
CIR | Skoda al San Marino Rally: Scandola pronto a dominare gli sterrati

Skoda Italia Motorsport torna sul luogo del delitto, ovvero quel San Marino Rally (qui la nostra guida) che l’anno scorso valse ad Umberto Scandola e Guido D’Amore la vittoria finale davanti a Paolo Andreucci ed Andrea Nucita, dopo aver conquistato anche cinque speciali su dieci. Il prossimo 29 e 30 giugno si riparte per la prima prova stagionale su sterrato, nonché quinta del Campionato Italiano Rally 2018 e che conduce verso gli ultimi appuntamenti finali del calendario di quest’anno (composto in tutto da otto tappe).

San Marino Rally 2018, Umberto Scandola: ““La terra è il mio fondo naturale”

All’epoca Scandola primeggiava in classifica generale sull’avversario dieci volte campione tricolore, mentre oggi si ritrova secondo a 25 lunghezze di distanza: ma per tutti ci sarà da affrontare per la prima volta in stagione l’incognita terra, che rappresenta il fondo ideale e naturale per il pilota veronese, come egli stesso rivela. «Il Rally di San Marino è una delle gare che più mi piace tra quelle del CIR e punto, senza mezzi termini, al grande risultato» ammette in tutta sincerità. Prima del precedente Rallye Elba  il pilota guidato da D’Amore sulla Skoda Fabia R5 aveva dichiarato che la squadra era ormai pronta per raccogliere qualcosa di più dei podi fino ad ora ottenuti, sottolineando la crescita del team e del lavoro per rendere la vettura sempre più performante e competitiva. Il veronese inoltre considera la terra come il fondo che possa esaltare al meglio il suo stile di guida e quello in cui si trova meglio: la sua predilezioni per le strade bianche traspariva già da tempo, ma a San Marino serve un quid in più. «Come dico spesso però a San Marino bisogna usare la testa – pontifica – ci sono punti molto insidiosi dove è facile forare e le temperature elevate mettono a dura prova la meccanica e gli pneumatici». Umberto Scandola aggiunge inoltre che il team ha approfittato della pausa tra l’Elba e il San Marino per mettere a punto il set-up della vettura grazie a diverse giornate di test, che hanno dato dei «riscontri interessanti sia per lo sterrato sia per il proseguo della serie su asfalto». E conclude: «Sappiamo che in questo week-end ci giochiamo buona parte della stagione, la vettura è al top e tutta la squadra è molto concentrata. Vogliamo far bene e divertire i tanti appassionati che verranno a seguire questo campionato sempre di altissimo livello»

San Marino Rally 2018, il programma in sintesi e le iniziative SKoda

Si parte quindi venerdì 29 giugno alle 14.30, con il trasferimento da Serravalle a San Marino. Si prosegue così nella prima giornata con cinque speciali di cui una in diretta tv, per un totale di 238 km di cui 36,4 cronometrati. La sera, alle 22.15, gli equipaggi faranno la passerella in Viale Ceccarini, a Riccione, mentre sabato si riparte di buon’ora alle 08.45 da San Marino in direzione Toscana, verso Sestino: il programma prevederà otto PS di 83,9 km cronometrati, per un totale di 356 km. Chiusura alle 19.30 con la cerimonia di premiazione a Borgo Maggiore, nella Repubblica del Titano.

Torna anche l’appuntamento firmato Skoda con il PlayRally Tour 2018, il villaggio aperto a tutti coloro che vorranno misurarsi con sfide di abilità e simulatori di guida: la kermesse avrà luogo nella centralissima piazzale Ceccarini il 29 e 30 giugno nonché il primo luglio, sempre dalle 16.00 a mezzanotte in punto. Prosegue anche il concorso che prevede vari premi ad estrazione, tra cui un test drive come co-pilota di Umberto Scandaola sulla Skoda Fabia R5: tutti i dettagli sul sito www.skoda-auto.it.

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati