CIR

CIR | Parte dal San Marino Rally la volata finale di Peugeot per il campionato 2018

Paolo Andreucci l'uomo di punta per primeggiare anche sullo sterrato

CIR Il San Marino Rally sarà la prima delle quattro prove conclusive del campionato 2018, nonché su un fondo mai affrontato prima d'ora in stagione, ovvero lo sterrato. Peugeot Sport Italia sarà quindi chiamata a dimostrare ancora una volta la sua competitività, grazie anche alle prestazioni di Paolo Andreucci
CIR | Parte dal San Marino Rally la volata finale di Peugeot per il campionato 2018

La stagione del Campionato Italiano Rally 2018 sta volgendo al suo rush finale, e Peugeot Sport Italia è pronta per cercare di chiudere definitivamente la pratica per il titolo costruttori e piloti, dove spicca l’indomito ed indomabile Paolo Andreucci. Il dieci volte campione italiano rally, a bordo della 208 T16 guidato dalle note di Anna Andreussi, detiene il primato della prova nell’enclave del Titano con cinque vittorie in carriera di cui quattro con Peugeot, ovvero nel 2009 e 2010 alla guida della 207 S2000 e nel biennio 2014-2015 con la 208 R5. La casa del Leone, agli inizi degli anni Zero (era il 2002), conquistò invece il primo titolo tricolore con la 206 WRC Campione del Mondo guidata da Andrea Aghini.

Verso il San Marino Rally in casa Peugeot, Andreucci: “Le condizioni per far bene ci sono tutte”. De Tommaso in gara per il Tricolore Junior

Tornando al presente, per la prima prova stagionale su fondo sterrato Paolo Andreucci ci ha parlato qualche settima fa di alcune modifiche alla 208 T16, in primis per quanto riguarda l’ammortizzazione, in modo tale che dall’asfalto alla terra si potessero preservare le stesse prestazioni. Recentemente ha aggiunto: «Non sarà facile il prossimo week end, ma le condizioni per far bene ci sono tutte. La 208 T16 va sempre molto bene e, devo dire, che siamo fiduciosi dell’efficacia delle regolazioni che abbiamo fatto all’auto per il setup terra. La potenza c’è e l’affidabilità pure. Pirelli è sempre al nostro fianco e lo sarà anche in questa occasione in cui la gomma conta molto».
Sono 25 i punti di vantaggio di Andreucci in classifica, mentre per quanto riguarda quella costruttori a dare man forte ci sarà il debuttante al San Marino Eerik Pietarinen, in arrivo dal campionato finlandese come abbiamo visto nella nostra guida alla quinta prova del CIR 2018 e che sostituirà Marco Pollara.
Con una Peugeot 208 R2B ufficiale, ma in un gara per il Tricolore Junior, sarà al via anche Damiano De Tommaso, reduce dal primo posto nella sua categoria alla precedente prova per i giovani piloti al Targa Florio ed attualmente secondo nel campionato. Quello nelle Madonie è stato definito dal 22enne varesimo come «un weekend meraviglioso» e la prova di San Marino non lo mette in soggezione, anzi.«Qui […] siamo consapevoli di poter dire la nostra e vogliamo andare ad occupare il primo posto in classifica di campionato alla fine del week end» ammette senza troppi giri di parole De Tommaso, che assicura di conoscere la 208 R2B come le sue tasche, oltre ad ammettere che la vettura gli regala sempre molte soddisfazioni in termini di prestazioni ed affidabilità, testuali parole. E prosegue: «Il connubio con le gomme Pirelli e la professionalità della squadra ufficiale, poi, sono una bella sicurezza per affrontare una gara che certamente non sarà facile. Ad ogni modo, siamo pronti e preparati a farci valere».
Conclude Andreucci: «Abbiamo superato la boa di metà campionato e questo appuntamento a San Marino segna il ritorno sulla terra, il primo dei due appuntamenti previsti anche quest’anno. Arriviamo da un inizio di stagione molto positivo, con tre vittorie (su quattro gare) conquistate con grande preparazione e una strategia di gara vincente. Non sarà facile il prossimo week end, ma le condizioni per far bene ci sono tutte. Il venerdì avremo 5 prove speciali, per meno di 40 km totali ma con circa 200 km di trasferimento, sabato circa 84 con 272 di collegamento. Quasi 600 in totale, non male. Voglio affrontare questo appuntamento consapevole che possiamo far bene come in passato e voglio blindare la mia prima posizione in campionato anche in vista delle due ultime gare a coefficiente 1,5».

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati