Formula E | Nico Prost lascia la Renault a fine campionato: “Meglio separare le nostre strade”

La separazione risulta essere stata consensuale

Formula E - Dopo quattro stagioni, si conclude il rapporto tra Renault e.dams e Nico Prost, mai protagonista nell'ultima edizione dopo un passato decisamente migliore. A breve verranno annunciati i nuovi piani del pilota francese: le dichiarazioni
Formula E | Nico Prost lascia la Renault a fine campionato: “Meglio separare le nostre strade”

E’ arrivata da poco l’ufficialità, quando manca un solo double header event (i due ePrix di New York, per intenderci) alla fine della stagione 2017/2018 di Formula E: Nico Prost lascerà la Renault e.dams. Fatale una stagione non all’altezza delle precedenti per il francese figlio d’arte, che corre per lo stesso team sin dalla prima edizione del 2014 della serie per monoposto elettriche.

Come sappiamo, non sarà l’unico cambiamento per la casa francese, che abbandonerà la Formula E tramite una staffetta con Nissan, che prenderà il posto di una Renault ormai assorbita completamente dagli impegni in F1. In questa transizione soft tra i due marchi, che collaboreranno insieme per gestire questo cambio della guardia in vista della quinta stagione del campionato elettrico, non sarà quindi della partita Nico Prost, che nonostante abbia pure provato la Nissan Gen2 protagonista nella prossima stagione seguirà le orme del padre Alain (quattro volte campione del mondo in F1), già coproprietario del team prima di cedere le sue quote ad inizio anno.
Il campionato attuale di Formula E, dicevamo, è il motivo principale di questa rottura tra il pilota e la scuderia: impietoso il confronto con il passato, dove nelle precedenti tre stagioni il 36enne francese salì anche sul podio finale (2015/2016) e centrò due sesti posti nelle altre edizioni. Ma quest’anno c’è stato solo l’ottavo posto nel secondo ePrix di Hong Kong come miglior risultato, per proseguire una stagione in cui ha fallito la zona punti o peggio si è ritirato: è il caso dell’ultima gara disputata a Zurigo, dove Prost junior ha corso nelle posizioni di pregio (in particolare dopo alcuni regimi di Full Course Yellow imposti agli avversari che gli stavano davanti) disputando una buona gara, ma la situazione è precipitata dopo il cambio vettura, con la Renault e.dams #8 piantatasi all’ultimo tornante e impossibilitata a ripartire. Ennesimo chiodo su un feretro di risultati utili, in una stagione dove i punti conquistati sino ad oggi da Nico Prost, che langue in diciottesima posizione nella classifica piloti, sono solo sette.
Dal suo ultimo successo nel double header di Londra della seconda stagione è passato parecchio tempo, mentre la concorrenza interna si faceva più agguerrita: Sebastien Buemi, campione FE nel 2015/2016, è stato capace di salire alcune volte sul podio in questa edizione, oltre a vincere sei ePrix nell’anno precedente.

Ma da parte di Nico Prost nessuna acredine, anzi: in una dichiarazione ufficiale si è detto «non solo felice di aver fatto parte della famiglia Renault e.dams nelle scorse quattro stagioni, ma di essere emozionato per essere stato parte della più innovativa serie motoristica di tutti i tempi sin dalla prima edizione». Non manca comunque, tra i bei ricordi, di far spazio ai rimpianti attuali per una stagione 2017/2018 «che non è andata al meglio», ma rivela anche che la separazione è stata pacifica e consensuale: «Abbiamo ritenuto che la cosa migliore da fare fosse dividere le nostre strade. Auguro alla Renault e.dams tutto il meglio di questo mondo, mentre io sarò impegnato nei miei nuovi progetti, che spero di poter annunciare presto».
Stessa diplomazia da parte del proprietario del team Jean-Paul Driot, che aggiunge: «Nico è stato uno dei pilastri della nostra squadra sin da quando è stata creata, e con Sebastien Buemi ha creato un binomio che è stato in prima linea per definire le performance della e.dams. Abbiamo avuto le nostre soddisfazioni, come i tre titoli nei team che ci hanno ripagato di tutti gli sforzi. Ma è arrivato il momento di voltare pagina dopo una stagione frustrante e incominciare un nuovo capitolo nella storia della Formula E. Auguriamo a Nicolas un futuro ricco di successi nelle sue prossime imprese», chiosa Driot.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati