Formula E | Bagno di folla per Buemi e la Renault e.dams a Zurigo

Prima storica gara in Svizzera dopo 64 anni

Formula E – I motori sono ritornati ufficialmente in terra svizzera dopo un lungo periodo di assenza. A Zurigo si è tenuto il nono appuntamento stagionale della serie elettrica, nelle terre di Sébastien Buemi che è stato accolto calorosamente dai suoi connazionali.
Formula E | Bagno di folla per Buemi e la Renault e.dams a Zurigo

Il 10 giugno è una data storica per il motorsport: dopo ben 64 anni di assenza, i motori sono ritornati a ruggire in Svizzera, sebbene fossero i più tranquilli e silenziosi elettrici della Formula E. Zurigo è stato il luogo della festa per il gran ritorno, con un tracciato cittadino ricavato dalle strade della città.

Fin dalle primissime battute si è capito che questo circuito sarebbe stato un vero e proprio rompicapo per la messa a punto delle monoposto, con rettilinei estremamente accidentati che consentivano di raggiungere alte velocità e un tratto tortuoso che incrociava i binari della linea tramviaria. Nelle qualifiche la Renault e.dams si è rivelata competitiva: Sebastien Buemi, accolto calorosamente sulla pista di casa, si è aggiudicato il 2° tempo della prima batteria, con il conseguente 6° posto sulla griglia; subito dietro di lui, Nicolas Prost ha registrato la sua miglior performance nelle prove dall’inizio della stagione. Allo spegnimento dei semafori, i due alfieri Renault hanno conservato le proprie posizioni. In breve tempo Buemi ha avuto la meglio su Jerome D’Ambrosio, mentre Prost ha perso una posizione a favore di Jose Maria Lopez. Poco prima di giungere a metà gara, Sebastien ha guadagnato un’altra posizione superando Sam Bird. Alcuni secondi dopo, la neutralizzazione della gara ha comportato un drastico cambiamento delle monoposto, con i due rientrati rispettivamente 3° e 4°; purtroppo, per lo svizzero è arrivata una penalità per eccesso di velocità in corsia box, ritrovandosi così in sesta posizione, ma riacquistando la quinta grazie al Fan Boost usato ai danni di Mitch Evans. Peggio per il francese, ritiratosi per un problema sulla propria vettura, che non rispecchia la reale competitività avuta dal team in Svizzera.

«Ho corso una bella gara facendo particolarmente attenzione ai consumi e alle temperature» – ha detto Prost a fine corsa – «Volevo davvero evitare di ritrovarmi a corto di energia negli ultimi giri, come accade di solito. Se tutto avesse funzionato fino in fondo, penso che avrei registrato un buon risultato in quanto ero davanti a D’Ambrosio che è finito sul podio. Per un motivo ancora ignoto, la batteria si è scaricata mentre frenavo sul tornante e non sono più riuscito a far ripartire l’auto. É molto frustrante perché questo weekend eravamo riusciti a rimettere tutto a posto. Il team ha fatto un buon lavoro e speriamo di ottenere risultati concreti a New York nonostante questa mancanza cronica di successo». Più felice Buemi: «Questa giornata ha segnato un momento storico per il motorsport e la Svizzera. Ho cercato di approfittare di ogni singolo istante e stasera sono davvero esausto. Mi sarebbe piaciuto salire sul podio davanti al mio pubblico, ma non è stato possibile a causa di questa penalità». Le ultime due gare della quarta stagione del campionato si svolgeranno a New York il 14 e 15 luglio, che decreteranno il vincitore.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati