Rallycross | La FIA approva il nuovo Mondiale Rallycross completamente elettrico

In arrivo la rivoluzione a partire dal 2020

Rallycross – È arrivata l’ondata verde nel Mondiale: dal 2020 ogni vettura sarà completamente elettrica, divenendo di fatto la seconda serie con motori elettrici della Federazione dopo la nascita della Formula E nel 2011 e del suo primo campionato nel 2014.
Rallycross | La FIA approva il nuovo Mondiale Rallycross completamente elettrico

Nei giorni scorsi la FIA si è riunita nel World Motor Sport Council per discutere diversi argomenti legati al mondo sportivo dei motori, e all’ordine del giorno c’era anche l’idea di trasformare l’attuale FIA World Rallycross Championship in una serie elettrica.

È arrivata l’ufficialità: a partire dal 2020 la serie mondiale del rallycross passerà dai tradizionali motori a benzina a quelli elettrici, divenendo di fatto una Formula E nel mondo dei rally. Le squadre che sceglieranno d’iscriversi al campionato avranno telaio sviluppato da Oreca e batterie della Williams Advanced Engineering uguali per tutti. Le nuove auto saranno dotate di trazione integrale grazie al posizionamento di due batterie, una sull’asse anteriore e un’altra sull’asse posteriore, per una potenza di 500 KW (quasi 680 cavalli). Il progetto nasce da un’idea della IMG sviluppatasi nel corso di questi ultimi diciotto mesi, lavorando a stretto contatto con i team per permettere anche ai privati di partecipare e competere contro gli ufficiali. «Siamo lieti di annunciare i nomi dei fornitori, poiché i loro successi in pista parlano da soli» – ha dichiarato Paul Bellamy, IMG Senior Vice President for Motorsports.

Non cambia invece il format attuale della serie, che rimarrà lo stesso: prove libere, quattro batterie di qualificazione, due semifinali e la finale che decreta il vincitore dell’appuntamento. Una rivoluzione verde quella che si appresta ad arrivare e che sembra ormai coinvolgere anche altri campionati internazionali. Molte volte Jean Todt, presidente della Federazione, si era espresso in merito all’argomento, volendo portare l’immagine del motorsport verso un futuro più green e di rispetto dell’ambiente.

Crediti immagine copertina: FIA

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati