Formula E | Tai si dimette dal ruolo di team principal della DS Virgin Racing

Cinque anni alla guida della squadra

Formula E – La DS Virgin Racing ha diramato un comunicato ufficiale in cui annuncia le dimissioni di Alex Tai dal ruolo di team principal e CEO della squadra. Per lui è arrivato il momento di dedicarsi ai propri affari dopo cinque anni alla guida come direttore.
Formula E | Tai si dimette dal ruolo di team principal della DS Virgin Racing

Un’importante e fresca notizia arriva dalla DS Virgin Racing, diramata in quest’ultima ora: Alex Tai ha deciso di dimettersi dal ruolo di team principal e di CEO della squadra per concentrarsi sulle sue altre attività commerciali dopo cinque anni e quattro stagioni.

Un po’ un terremoto improvviso all’interno del team d’Oltremanica, che comunque ha già dichiarato che un nuovo team principal verrà annunciato prima dell’inizio della prossima stagione della Formula E. Nel frattempo, Sylvain Filippi è stato promosso nel ruolo di Chief Operations Officer e supervisionerà sia le attività sportive, sia le attività dell’azienda. Per quanto riguarda Tai rimarrà comunque all’interno della squadra fino alla fine di questo campionato, dopodiché lascerà per sempre il team. «DS Virgin Racing vuole ringraziare Alex come uno dei fondatori della squadra, per il suo lavoro nel guidarla in queste quattro stagioni che culminano con i numerosi successi ottenuti in pista in questo periodo. Gli auguriamo il meglio per il suo futuro».

La scuderia britannica era nata nel 2013 appositamente per il campionato delle monoposto elettriche dal Virgin Group e nelle quattro season ha ottenuto sette vittorie e un terzo posto come miglior risultato finale nella classifica dei team. Attualmente gli inglesi sono terzi con la coppia Sam Bird e Alex Lynn, quando ancora mancano due round – e tre gare – al termine. Due i successi di questa stagione: a Hong Kong e a Roma proprio con Bird, che al momento si ritrova al 2° posto nella classifica piloti con 122 punti, 40 in meno del rivale Jean-Eric Vergne a quota 162.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati