Trofei Renault | Il Rallye d’Elba accoglie le Clio e le Twingo sulla propria isola

Terzo round del monomarca

Trofei Renault – Sbarcano all’Isola d’Elba i concorrenti dei Trofei Clio R3 e Twingo R1, nell’evento che ospiterà anche l’appuntamento maggiore del Campionato Italiano Rally. Occhi puntati sulla sfida fra Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian.
Trofei Renault | Il Rallye d’Elba accoglie le Clio e le Twingo sulla propria isola

Se il Campionato Italiano Rally è giunto al suo quarto round stagionale e, per la prima volta dopo anni di assenza, correrà il Rally d’Elba, dal canto suo i trofei Renault Clio R3 e Twingo R1 sono al loro terzo appuntamento e condividendo così col tricolore una location di tutto rispetto come quello dell’Isola toscana.

Per il campionato riservato alle Clio R3, dotate di un motore da 1,6 litri turbo e aspirate (R3T e R3C), l’interesse è tutto concentrato sui due contendenti alla testa della classifica: Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian. Il primo, più esperto e accompagnato da Giovanni Agnese, ha solamente sette lunghezze di vantaggio sul giovane sfidante, reduce da una buona prova al Rally di Sanremo assieme al navigatore Andrea Prizzon. Alla ricerca di un risultato c’è Emanuele Rosso che, con la vettura della Gima Autosport, vuole dire la sua dopo le due gare di debutto assieme a co-pilota Andrea Ferrari. Il trofeo delle più piccole, le Twingo R1, continua a convincere e al momento vede in testa Alberto Paris e Sonia Bellini, mattatori del rally ligure e pronto ad un altro successo all’Elba per puntare al titolo di quest’anno. Ai nastri di partenza ci saranno altri tre equipaggi: Perderzani/Brovelli, Catalini/Rossi e Vallino/Desole.

Il programma del rally prevede dieci prove speciali per una distanza complessiva di 151,480 chilometri. Si comincia venerdì 25 maggio con la cerimonia di partenza dal centro di Portoferraio alle 16.15, dopodiché i partecipanti dovranno affrontare cinque piesse. Il sabato si ripartirà alle 8.00, con la conclusione dell’evento alle 17.25 dopo altre cinque speciali.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati