TCR Italy | Definito il nuovo BoP per Misano, Hyundai la più pesante

On-line da oggi la scala di pesi

TCR Italy – È stato pubblicato oggi l’ultimo bollettino internazionale in merito al Balance of Performance, calcolato dal dipartimento tecnico della TCR International Series. La Hyundai risulta essere la più penalizzata, mentre la Peugeot è la vettura più leggera.
TCR Italy | Definito il nuovo BoP per Misano, Hyundai la più pesante

Molte sorprese in vista per Misano, il prossimo round stagionale del TCR Italy in programma il 17 giugno. Proprio oggi è stato pubblicato il nuovo Balance of Performance, il sistema di pesi di compensazione per livellare le vetture più prestazionali con quelle più lente.

Per la serie tricolore, il cui regolamento corrisponde al WTCR, la nuova tabella è stata calcolata dal dipartimento tecnico della serie internazionale in merito a ai migliori tempi di qualifica e di gara del Paul Ricard, il secondo appuntamento corsosi qualche settimana fa. Il risultato della nuova scala di pesi ha penalizzato non poco la Hyundai i30 N, che rimane a 1.325 kg ma con la minore gamma di potenza che si aggira al 97,5% (il massimo è il 100%) e la maggiore altezza da terra portata a 100 mm, 20 in più del normale. La concorrenza ne approfitta, come nel caso dell’Alfa Romeo Giulietta, dell’Audi RS3 LMS, la CUPRA e la SEAT TCR, le Honda Civic FK2 e FK7 e, soprattutto, la Peugeot 308 Racing Cup che con i suoi 1.195 kg risulta essere la più leggera di tutto lo schieramento e con 130 kg in meno rispetto proprio alla Hyundai.

Da segnalare, infine, che, come da previsione regolamentare, al pilota classificatosi ai primi tre posti della classifica combinata della manifestazione precedente è assegnato una handicap peso di +30 o +20 o +10 kg. qualora primo, secondo o terzo classificato. Nel caso dei risultati del precedente round di Le Castellet, i piloti a scontare la scala di handicap peso saranno nell’ordine Nicola Baldan (+30 kg), Eric Scalvini (+20) e la coppia Tavano/Greco (+10).

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati