WRC | Bicchiere mezzo pieno per Citroen in Portogallo

Østberg sesto, Breen settimo

WRC – Non sono certo arrivati i risultati sperati alla vigilia per la Citroën, che ha chiuso il Rally del Portogallo solamente al 6° e al 7° posto rispettivamente con Mads Østberg e Craig Breen, mentre Kris Meeke è stato costretto al ritiro.
WRC | Bicchiere mezzo pieno per Citroen in Portogallo

Doveva essere un Rally del Portogallo strabiliante per la Citroën, arrivata con una C3 WRC evoluta e piena di novità, pronta con i suoi alfieri a tentare di acchiappare il primo successo stagionale nel campionato; purtroppo i risultati non sono arrivati anche a causa della sfortuna, che non li ha certo risparmiati dopo l’Argentina.

Il primo a subirne le conseguenze è stato Kris Meeke, che ha concluso la sua corsa anzitempo contro un albero, distruggendo (quasi) completamente la propria vettura e dicendo addio ai sogni di trionfo. Il britannico era in zona podio, ma nel secondo impegno del sabato è incappato nell’errore che gli è costato caro. Niente da fare invece per Mads Østberg e Craig Breen: entrambi si sono ritrovati nel complicato ruolo di apripista e la domenica la squadra francese ha deciso di non rischiare nulla, effettuando durante le piesse altri test sulla C3 per i prossimi appuntamenti mondiali. Alla fine il norvegese e il britannico hanno concluso al 6° e al 7° posto, assicurando comunque dei punti importanti per la classifica costruttori. «La nostra foratura del venerdì pomeriggio, quando eravamo in terza posizione, ci ha costretti a fare da apripista i giorni successivi» – ha detto Breen – «Da quel momento in poi è stato difficile sperare in un risultato migliore, ma ora non vedo l’ora che arrivi la Sardegna per trasformare questo feeling con la macchina in un risultato migliore». «Questo primo rally su ghiaia è stato utile per noi perché abbiamo imparato molto sulla nostra C3 WRC» – ha aggiunto Østberg – «Anche se abbiamo faticato un po’ a trovare il set-up giusto venerdì mattina, il team ha lavorato in fretta e l’auto è andata molto bene, ma il problema è stato che non abbiamo avuto un primo giorno come sperato e il nostro rally ne ha risentito».

La Citroën cercherà di rimediare nel prossimo round italiano, il Rally di Sardegna, in programma dal 7 al 10 giugno prossimo. Arriverà la tanto sospirata vittoria?

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati