Renault Clio Cup Italia | Il debutto di Baiguera: “Pronto a dare battaglia”

Le dichiarazioni esclusive del pilota a Motorionline

Renault Clio Cup Italia - In occasione del secondo round del monomarca Renault esordisce nella categoria Andrea Baiguera, alla prova con vetture diverse dalle quali ha gareggiato in passato. Le sue impressioni alla vigilia della gara di Misano
Renault Clio Cup Italia | Il debutto di Baiguera: “Pronto a dare battaglia”

Il prossimo 5 e 6 maggio torna la Clio Cup Italia, il trofeo monomarca Renault dedicato alle vetture RS 1.6 Turbo che ospiterà a Misano il secondo round stagionale. Appuntamento che segnerà alcuni nuovi ingressi in corsa: dopo quello di Giacomo Trebbi è stato confermato il ritorno di un pilota che si è già messo alla prova sui mezzi della casa francese, ovvero Andrea Baiguera. Classe 1992, il giovane bresciano sarà al via per la squadra di Jerry Canevisio e Giorgio Testa, la Oregon Team.

Contattato dalla nostra redazione Baiguera ci ha offerto le sue impressioni alla vigilia del debutto nella serie targata Fast Lane Promotion. In particolare, alla domanda su cosa si provi nel ritornare nella famiglia Renault, per la quale si è misurato con le monoposto della Formula Renault 2.0 Italia e nella serie Alps, il pilota bresciano si è espresso così: «Posso dirti che sono molto contento di ritornare in un campionato ufficiale Renault. Mio padre ha corso ininterrottamente con loro dal 2000 al 2011; io invece dal 2011 al 2015 sia in Europa, che in Italia e ci siamo sempre trovati molto bene. Sono molto seri,organizzazione al top e si ha sempre la sicurezza che le vetture vanno tutte uguali». Tuttavia Baiguera non ha avuto modo di poter testare la vettura, che tra l’altro rappresenta il suo primo banco di prova con un mezzo a trazione anteriore: «Si avrei preferito provare prima la vettura -ammette – anche perché sarebbe la mia prima volta su una trazione anteriore: non sono preoccupato, ma dovrò concentrarmi al massimo per capire al meglio la vettura nei due turni di libere a disposizione (sperando che il meteo sia clemente)».
Il bresciano riconosce che «Non sarà facile adattarsi così velocemente a questo tipo di vettura e al motore turbo», ed ammette che non aver potuto provare la RS 1.6 Turbo potrebbe penalizzarlo, ma «l’entusiasmo di scendere di nuovo in pista non mi fa pensare a questo inconveniente; per la guida ho chiesto qualche prezioso consiglio a mio padre, che ha corso per anni con le “piccole bombe” francesi e a Stefano Comini [lo svizzero due volte campione nel TCR International Series, ndr], al quale faccio un grosso in bocca al lupo per il proseguimento della sua stagione».
Alla domanda se questo sia un nuovo punto di partenza, il giovane pilota risponde «Non so se si tratti di un nuovo inizio di carriera, anche perché farò solo qualche gara, ma mai dire mai, magari dalla prossima stagione potrebbero cambiare le cose…». E sui propri obiettivi stagionali risponde sicuro: «L’obiettivo che posso pormi è quello di trarre la massima esperienza possibile da queste poche uscite che farò, dando però sempre battaglia!»

A Misano l’Oregon Team sarà impegnato anche nella Press League, il format della Clio Cup Italia dedicato ai giornalisti a bordo delle vetture Renault. Appuntamento quindi questo weekend a Misano, per il secondo dei sette doppi appuntamenti della stagione 2018 del trofeo monomarca.

Leggi altri articoli in Interviste

Commenti chiusi

Articoli correlati