CIR | Andreucci presenta il percorso della Targa Florio [VIDEO]

I consigli del pilota per seguire al meglio le prove speciali

CIR - Torna il consueto appuntamento delle presentazioni di Paolo Andreucci, che spiega le tappe del Campionato Italiano Rally: tocca all'imminente Targa Florio. Ecco un'analisi rapida del percorso e i consigli per gli spettatori
CIR | Andreucci presenta il percorso della Targa Florio [VIDEO]

«Una gara che ho vinto dieci volte, quindi ve la posso raccontare con precisione»: in effetti non può esserci persona più titolata di Paolo Andreucci per illustrare l’imminente Targa Florio, 102esima edizione del rally valido come terzo appuntamento del CIR (oltre che per il Campionato Italiano Rally Autostoriche, il Campionato Regionale ed inoltre per il torneo Italiano Regolarità a Media).
Il campione della Peugeot, dieci volte iridato del campionato italiano (tante quante le vittorie nella prova sicula) offre la sua disamina della gara su asfalto che scatterà da Palermo il 4 maggio, con 155 km cronometrati composti da 16 PS.

Si parte sabato mattina con la prova di Scillato – Polizzi, che come nota Andreucci un tempo si svolgeva al contrario: una serie di tornanti all’inizio nella zona della cittadina del Parco delle Madonie (di cui il pilota che fa coppia nell’abitacolo della Peugeot 208 T16 con Anna Andreussi è cittadino onorario), mentre la sezione finale è più veloce e rallenta verso Polizzi. Andreucci consiglia di seguire la gara da Scillato, nella zona del bivio per Collesano, e nella parte conclusiva di Polizzi.
La PS 3 di Geraci, secondo la disamina del pilota plurititolato, è una prova veloce, in discesa e non molto lunga (8,35 km), dopodiché si riparte con la SS4 di Bergi: in entrambe le SS è presente «una bella strada con curvoni veloci, [che rendono le due prove] interessanti da vedere». E’ abbastanza veloce anche la PS 10 di Pollina, con una parte iniziale in salita, mentre si scollina in quella finale: dotata di buona visibilità per il pubblico, soprattutto nella sezione conclusiva.
Chiudiamo con Cefalù (SS11), vicino al Parco Assistenza e che parte in salita: Andreucci consiglia di trovarsi nella zona di Bivio Presti, da cui si ha una buona visuale, oppure nella parte finale. In ogni caso secondo il pilota si tratta di una speciale che merita di essere vista.
Per tutte le altre informazioni sul Rally Targa Florio e per sapere quando verrà presentato ufficialmente vi rimandiamo al nostro approfondimento precedente, raggiungibile qui.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati